Proverbi e Culture

da Ketty Millecro (foto accanto) - Storie e leggende si reputerebbero una miscellanea di verità o vicende inventate da persone, riti e tradizioni popolari. Molti racconti siciliani sono frutto di storia e fantasia; fra questi vale la pena ricordare quella di Adelasia. Di Adelaide del Vasto e figlia di Manfredi Aleramo,

OMUDI PANZA.

Moltigiornalisti e scrittori, specialmente dell'Italia settentrionale, hanno versatofiumi d’inchiostro, anche a sproposito, su omertà e mafia, accomunandola con tuttii Siciliani. Daautentico Siciliano, figlio di questa terra sempre oltraggiata,

LA CUNNUTTA DI LI VIRGINEDDI

(Cunnutta da condurre = il giro delle verginelle) Quando ero bambino, a Castelvetrano (anni ’50) la mattina della festa del Santo, vedevo passare in processione: "Don Mariddu lu tammurinaru" (Mario Pompei),

LA SICILIA VINICOLA DI ATTILIO LUDOVICO VINCI (foto accanto)

Terra madre di un’ affascinate storia produttiva arricchita dai flussi migratori, da secoli ormai vanta prodotti d’ eccellenza. Le virtù salutistiche del vino. “…l’isola del sole, gioia degli uomini…diede vino soave, puro, bevanda divina…” Omero ( Odissea).

*La figura che ci presenta oggi Vito Marino, ci riporta ai tempi quando attorno alla campagna ruotavano una grande varietà di personaggi ed esistevano mestieri che il tempo ed il progresso hanno cancellato. Riteniamo, che volendo dare uno sguardo alla nostra storia passata,

I nostri lettori, avranno notato che da diverse settimane manca la presente rubrica curata dal nostro collaboratore Vito Marino, che con i suoi scritti ha dato lustro alla nostra pagina. Purtroppo, colpito da un male incorabile, Vito nei all’inizio di marzo, dopo un breve pericolo di una malattia particolarmente aggressiva,

MAZARA DEL VALLO: CITTA’ SIMBOLO DELL’INTEGRAZIONE

Mazara de vallo ha, per la storica predisposizione dei suoi abitanti a favorire l’integrazione dei popoli del Magreb (arabo al-Maghrib), un’identità definita “unica”.