LA TARGA RICORDO

Mi chiamo Francisc Boyer Sumavila, sono venezuelano. Come si può immediatamente comprendere, però, i miei cognomi sono europei. Il mio bisnonno arrivò da Belluno sulle coste venezuelane il 17 febbraio 1877, a bordo della nave “La Veloce”,

LA LETTERA DI UN ALTRO

Gian Stefano Guerriero nacque a Pedavena il 26 giugno 1932. Cominciò a lavorare all’età di dodici anni, aiutando la nonna nel mulino di famiglia, dove in seguito iniziò a svolgere l’attività di carrettiere, andando a raccogliere grano e a consegnare la farina ai clienti.

SEMPRE CON LA VALIGIA - La mia vita da emigrante cominciò nel 1955. Partii da Sedico con destinazione Mauvoisin, nel Canton Vallese, a lavorare per la costruzione di una diga. Il mio permesso di soggiorno era “alterato”: a proposito dell’età, c’erano segnati due anni in più.

REINALDO SIETECASE

Queste cronache appartengono al libro Non c'è tempo da perdere Editoriale Aguilar. Reynaldo Sietecase Il viaggio / I morti e Carta Natal si riferiscono all'arrivo dei miei nonni a Rosario. Alcuni siciliani e altri calabresi. Palermo e Taormina sono testimonianze di un viaggio.

MAGARI COL MUS DE TRUMBOVIZA*, MA… IN AMERICA VOIO ANDAR!

10 Giugno 2022 «Carissima Madre Vi vengo a fare sapere che io stago molto bene così spero simile di voi… Cara Mamma io mi spero che me sposerò presto ma non credo di vignir a casa perchè io stago molto bene qui in America…