la Terza Pagina

La presenza di una nutrita e qualificata partecipazione democristiana nell’Associazione italo-araba aveva anche una spiegazione politica riconducibile al nuovo approccio della Dc verso il mondo arabo. Una vera e propria svolta verificatasi, nella prima metà degli anni ’70, grazie all’intuizione che ne trasse l’on. Aldo Moro

"GIORNALISTA SENZA GIORNALE", LIBRO DI AGOSTINO SPATARO di Agostino Spataro

 INTRODUZIONE/ Una premessa necessaria

1... Perché questo titolo? Per spiegarlo ci vorrebbe un lungo discorso che vi risparmio. La carta costa, il tempo è prezioso. Andiamo, dunque, all’essenziale partendo da un episodio sgradevole

IL PRESENTE SENZA IL PASSATO E’COME UN ALBERO SENZA RADICI

Da una premessa necessaria

1... . Questo libro vuole essere un contributo, non esaustivo, per ten¬tare di ritrovare e riproporre taluni filoni della parlata locale di Ioppolo Giancaxio ossia della nostra lingua madre. Ho cercato - a mio modo e con i mezzi possibili -

LA BIBLIOTECA DELLE MIGRAZIONI “DINO BUZZATI” PRESENTA IL LIBRO “BALLANDO BELLA BIMBA. DALLE DOLOMITI ALLA GERMANIA.

UNA STORIA DI GUERRA, AMORE, EMIGRAZIONE E RISCATTO”

BELLUNO – La Biblioteca delle migrazioni “Dino Buzzati”, con il patrocinio dell’Associazione Bellunesi nel Mondo

*GLI SPIGOLATORI DI MAGGIO

Era la fine del 1946 ed ancora ogni tanto in paese arrivava a piedi uno p più di un prigioniero che rientrava dalla prigionia o dalle valli e le montagne del nord dove aveva combattuto contro i fascisti ed i tedeschi fino alla liberazione.

Tra loro: i tre fratelli Stacchiotti di Giulianova, il Sindaco emerito di Teramo, Carino Gambacorta e il giornalista italoamericano, Lino Manocchia TERAMO – In occasione della Giornata della Memoria, nel Palazzo del Governo, a Teramo, il Prefetto Massimo Zanni ha consegnato le medaglie d’onore conferite con Decreto del Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella,

VIOLET GIBSON, TIRANNICIDA O PAZZA?

Pasquale Hamel : 5 Novembre 2021 Il 1926 è l’anno in cui suona la campana a morto per la democrazia italiana, dopo la crisi che aveva visto vacillare il fascismo. Di fronte alle incertezze di quei centri di potere che avrebbero, volendolo, potuto mettere alla porta Mussolini e le sue “bande nere”,