la Terza Pagina

Dedicato ad Aldo Moro e a Enrico Berlinguer - (In copertina: soldati Usa all’assalto della Ziqqurat di Ur durante l’aggressione all’Iraq. Il monumento, innalzato dai Sumeri intorno al 2000 a.C., era consacrato al Dio Luna e simboleggiava l’unione cosmica tra Terra e Cielo, tra uomini e dei. Foto da Google)

CULTURA ITALIANA NEL MONDO - IL REALISMO LETTERARIO: "PORTELLA DELLA GINESTRA PRIMO MAGGIO 1947" LIBRO DI MARIO CALIVA' PRESENTATO ALLA DANTE A ROMA. STRINATI (ANPI): "LA PRIMA "STRAGE DI STATO"

“Ricordo che la sera della vigilia del Primo maggio 1947 era una bella serata primaverile…

Recensione a cura di Pippo Algozino* - La Sicilia ha avuto tantissimi eroi di cui però nessuno parla, tranne in qualche convegno. Sono i nostri emigrati, che ad ondate, dalla fine dell’Ottocento ad oggi, con una parentesi durante il periodo fascista, hanno lasciato l’isola per cercare lavoro altrove.

Il primo dei non eletti

1… Tempo di elezioni, di vittorie e di sconfitte, anche personali, tuttavia con meno strascichi, ansie che, vigendo il vecchio sistema proporzionale, coinvolgevano gli eletti e i non eletti: i primi perché temevano una morte subitanea e i secondi perché,

di Mario Agostinelli (recensione al libro di Manlio Dinucci «GUERRA NUCLEARE, IL GIORNO PRIMA»)

Seguire con cura gli appuntamenti settimanali di Manlio Dinucci sul quotidiano «il manifesto» assicura un privilegio: anticipazioni, notizie e conferme volutamente negate dai media che sopravvivono a un presente permanente e sono sordi all’inquietante

Si è svolta venerdì 23 marzo una interessante conferenza di Salvatore Augello che ha presentato il suo nuovo libro “EROI CON LA VALIGIA”. Sotto il patrocinio del Consolato Generale d’Italia a Metz Dr. Adolfo Barattolo, in collaborazione con il COMITES, rappresentato dal presidente l’Alto Ufficiale Salvatore Tabone

Il 27 gennaio si è celebrato, ancora una volta, la giornata della memoria. Per una fortunata casualità la mia ultima lettura è stata proprio un libro sulla Shoah e sui suoi dramma; si tratta di “Storia di una vita” l’opera più importante di Aharon Appelfeld,