Lucio Cointry (foto accanto), membro del Movimento degli italiani in attesa del riconoscimento di Rosario (M.I.E.R.O.) ha parlato con Radio Facundo Quiroga dell'iniziativa dell’USEF (Unione Siciliana Emigranti e Famiglie). per creare un Museo virtuale dell'immigrazione italiana.

ROSARIO INSALACO, UN CONTADINO CHE DIVENTA METALMECCANICO

Prima di passare alla vicenda descritta da Rosario Insalaco, ritengo di dover fare una breve introduzione. Rosario Insalaco nasce a Serradifalco da Salvatore e Pera Lucia, il 12 febbraio del 1900. Apparteneva ad una famiglia numerosa, come si usava a quei tempi.

Sapevamo che a differenza di altri tentativi che abbiamo fatto in passato in Argentina, il progetto di museo virtuale portato avanti dall’USEF avrebbe riscosso il meritato successo e la dovuta attenzione. Mi riferisco ai tentativi che abbiamo fatto nel 2006 e nel 2008, solo per citare alcuni dei tentativi fatti in passato.

“Memorias de familia: de Italia a Concordia” Por Felipe Sastre Entre finales del siglo XIX y mediados del siglo XX, la Argentina recibió millones de inmigrantes europeos que venían en búsqueda de un futuro mejor y que, con esfuerzo y trabajo, forjaron el país que hoy tenemos.

by Lucio Cointry (foto accanto) - Il flusso migratorio dall'Italia all'Argentina alla fine dell'Ottocento e all'inizio del Novecento, è stato senza dubbio il più grande e importante che questo Paese abbia ricevuto. Ma è stato molto significativo anche per l'Italia, al punto che si trova una delle più grandi comunità italiane fuori dall'Italia, proprio in Argentina.