TANGENTI: ARRESTATO FUNZIONARIO ASL A SIRACUSA

(AGI) - E' accusato di concussione un dipendente dell'Asl 8 di Siracusa arrestato dai carabinieri della compagnia di Augusta. E' Salvatore Intressalvi, 61 anni, incensurato, di Carlentini, bloccato mentre stava per ricevere una mazzetta di 300 euro. L'uomo, da anni in servizio al dipartimento Igiene e alimenti dell'Asl 8, avrebbe sfruttato la sua posizione per imporre alla proprietaria di un'azienda agricola di Carlentini l'impiego di un suo consulente di fiducia per la certificazione dell'Haccp, il sistema di autocontrollo della qualita' igienico e sanitaria. L'indagato, per vincere le resistenze della vittima, si sarebbe lui stesso candidato per quel ruolo, chiedendo in cambio prima 500 euro con fattura e poi 300 euro in nero. La denuncia e' stata presentata lunedi' scorso dall'Asl 8 che, nei mesi scorsi aveva anche cambiato mansioni al suo dipendente, spostandolo nel servizio di veterinaria . L'uomo si trova agli arresti domiciliari.

SIRACUSA: BONO RICEVE IL CONSOLE FRANCESE FRANCOISE COUSIN

Il Presidente della Provincia di Siracusa On Nicola Bono ha ricevuto stamani il console generale francese a Napoli Francoise Cousin che si trova in Sicilia per una serie di incontri istituzionali. Bono e l’ospite francese hanno affrontano varie tematiche nei rapporti politici ed economici fra Italia e Francia soffermandosi, su richiesta dell’ospite, sulle funzioni istituzionali delle province in Italia ed in Europa e sui riflessi sui territori della introduzione del federalismo fiscale. Sono anche state accennate future iniziative nell’ambito dei rapporti internazionali euromediterranei che scaturiscono dalla istituzione dell’ “Arco latino” una associazione fra province italiane, francesi e spagnole in cui, da qualche settimana, il presidente Bono è componete del comitato direttivo . (fonte siracusanews)

CORSO UMBERTO, SIRACUSA: SFRATTATO DAL SUO NEGOZIO TENTA IL SUICIDIO

Nel pomeriggio l’ufficiale giudiziario doveva eseguire un’ordinanza di sfratto ai suoi danni e, pertanto, doveva liberare il locale dove svolgeva la sua attività. È questa la motivazione per cui C.G., 58enne, titolare di un negozio di tendaggi, stamane, preso dalla disperazione, minacciava di darsi fuoco con del liquido infiammabile. Intorno alle ore 11.30 gli Agenti delle Volanti intervenivano in Corso Umberto, luogo dell’accaduto. Per dirimere la vicenda l’anziano chiedeva di parlare con un Funzionario di Polizia. Sul posto interveniva il Dirigente del Commissariato Ortigia che, dopo una trattativa e dietro la promessa di cercare di concludere al meglio la controversia, invitava l’uomo a desistere dall’intento suicida ed a seguirlo negli Uffici del Commissariato per meglio analizzare il caso. Nei locali di Polizia interveniva un avvocato di fiducia dell’uomo e si arrivava ad una bonaria composizione con la controparte. L’uomo, che accusava uno stato di forte agitazione, veniva, altresì, assistito dal Medico Provinciale della Polizia di Stato della Polizia. (fonte siracusanews)