(Antonina Cascio) Oggi vorrei parlare di psicología.La mente umana è ricchissima in misteri ancora non capiti dalla scienza e di altri che soltanto si capiscono attraverso l’osservazione profonda e l’analisi dei fatti e delle parole. Per fortuna, io di psicologia ne studiai abbastanza all’università. Nelle carriere umanistiche in Argentina,

 la psicologia è base fondamentale, alla pari della filosofia. Chissà non sarebbe stato male che alcuni governanti italiani ne studiassero un poco, per nascondere meglio le loro intenzioni :andare avanti con i propri progetti, senza tenere conto degli argomenti validi, bene illustrati , presentati dai dannegiati. Tornando sulla Conferenza dei Giovani a Roma, io ,che ho seguito attentamente tutte le notizie, ho letto i discorsi dei funzionari e le conclusioni dei giovani, ho visto anche alla TV la cerimonia di chiusura, ho sentito gli argomenti di Carozza e di alcuni dei giovani sui tagli e sulla ingiustizia dei tagli, anche sulla inopportunità dei tagli, ho capito il doppio gioco del sottosegretario Mantica. Ho potuto individuare un atteggiamento di persona per bene che ti fà capire che è dalla tua parte ma non può fare quello che tu chiedi perchè la situazione glielo impedisce. Meglio ancora, non la situazione, il popolo italiano, ignorante della sua propria ricchezza linguistica e culturale, ad esempio, rifiuta la possibilità di destinare all’insegnamento della lingua all’estero piu dei ridicoli 15 milioni di Euro destinati, pur essendo necessario dividerli in 37 paesi. Tutto al contrario del popolo francese, che orgoglioso della sua lingua, della sua cultura e della sua presenza nel mondo, permette al suo Governo di destinare a questa facenda niente di meno che 400 milioni. Riuscite voi, emigrati, a far convinti gli italiani della penisola che devono permertterci guastare di più e lo faremo, ci dice indirettamente. Ma, signor sottosegretario, non si burli così di noi emigrati, la prego. Il suo è un atteggiamento malsano, ammalato, che mi ricorda quel genitore che picchia il figlio perchè fà rumore mentre gioca e gli dice: “se tu non facessi tanto rumore, io non ti picchierei. Faresti beni a stare zitto per non avere colpi, o meglio ancora, fà finta di non esistere e nessuno ti andrà contro. L’unico colpevole del tuo disagio, sei tu, che non sai infondere in mè l’amore che io dovrei avere per te, figlio mio”. Il pensiero del Mantica può essere analizzato prontamente e altrettanto prontamente rifiutato. Facciamo la prova. 1°-E stato detto in questa conferenza ed accettato dal Mantica e da tutti che l’informazione è basilare per mantenere la relazione con il mondo italiano nel mondo (figura metaforica dello stesso Mantica). Dov’è l’informazione dei mezzi di comunicazione italiani, per esempio la TV, sul lavoro che gli emigrati facciamo? La Rai International si vede fuori soltanto. Come può il popolo italiano abitante della penisola conoscere le possibilità che apre loro la esistenza di emigrati in 37 paesi del mondo? E su quel poco che sa, come può apprezzare questo mondo dell’emigrazione se un Governo xenofobo non fà altro che insistire in attitudini poco solidali o addirittura Antidemocratiche? 2°-Come può essere orgoglioso il popolo italiano di tutto quello ottenuto dagli emigrati nel mondo se dopo piu di 100 anni di emigrazione ancora alle scuole italiane non si insegna la storia di questa emigrazione, il perchè, le conseguenze, ecc? 3°-Che è prima, l’uovo o la gallina? Ritagliamo i mezzi per arrivare alla relazione di conoscenza tra quelli di dentro e quelli di fuori e chiediamo agli emigrati di aggiustarsi come meglio possono, se ce la fanno da soli allora dopo daremo loro i mezzi? E a chè scopo ormai? E più ancora, se debbono fare da se, sceglieranno gli emigrati l’Italia che da a loro le spalle? 4°-E finalmente, sottosegretario, la Costituzione italiana è ancora in vigore? I cittadini italiani sono tutti uguali di fronte alla legge, quelli di dentro ,quelli di fuori, quelli che sono entrati e quelli che ci nasceranno? O è soltanto una bugia questa uguaglianza, una Banale metafora del passato? Bla, bla, bla......Lei, sottosegretario, chissà perchè non trova il modo di sfuggire a situazioni imbarazzanti nelle quali la mettiamo sempre noi emigrati, Berlusconi nei suoi discorsi, alcuni politici a Porta a Porta , Ballarò, Annozero , tutti voi avete preso la parola per conto vostro e ne cambiate il senso ed il significato adattando il tutto al momento e/o alla situazione. Ma il risultato è sempre lo stesso.La classe media italiana e gli emigrati vadano “a fan’…..”.Voi avete il potere e a chi piace, bene. Se non piace è solo risponsabilità altrui. La psicologia? Potrete dire che non è una scienza esatta, ed è così, non lo è in tanto ed in quanto si basi su bugie.