AGRIGENTO: ONG MEDITERRANEA. ANCHE CASARINI SOTTO INCHIESTA

Altro iscritto nel registro degli indagati per la vicenda relativa al nave Mare Jonio della ONG Mediterranea, che nei giorni scorsi ha salvato 49 immigrati tra i quali parecchi bambini che andavano alla deriva in mare su un gommone che cominciava ad imbarcare acqua.

Cambia quindi la posizione Luca Casarini, che da testimone informato dei fatti diventa indagato. Alla fine, dopo sette ore di interrogatorio Casarini che era entrato come testimone esce come indagato per lo stesso reato del comandante della nave ossia per favoreggiamento dell’immigrazione clandestina e per rifiuto di obbedire all’ordine di arrestare l’imbarcazione come volevano le autorità. Si apre un contenzioso dal dubbio risultato, l’unica cosa certa è che il governo italiano continua a mostrare i muscoli contro gli immigrati che a suo dire dovevano essere consegnati alla guardia costiera libica, pere essere rinchiusi in quei centri di identificazione dove, secondo quanto fanno vedere i filmati trasmessi dalle televisioni, sono centri di tortura dove la gente viene sottoposta a sevizie stupri ed altro ancora. C’è chi va orgoglioso di avere ridotto gli sbarchi, vero, ma bisognerebbe anche guardare a quanti morti ci sono stati in questi mesi che in proporzione superano di gran lunga quelli degli anni precedenti. Il nocciolo della questione resta sempre la stessa: un’Europa che non decide in materia di immigrazione e stati sovranisti che si rifiuta no di rispettare accordi da tempo operativi. (SA)

FIGLI DI STRANIERI NATI A PALERMO, SI REALIZZA IL SOGNO DI 15 DICIOTTENNI: SONO CITTADINI ITALIANI

Si realizza il sogno di quindici diciottenni, figli di stranieri ma nati a Palermo: oggi il Comune gli ha concesso la cittadinanza italiana. Si tratta di 10 ragazzi e cinque ragazze. Tra i Paesi di origine dei genitori più rappresentati figura la Repubblica dello Sri Lanka: sono ben sette i "nuovi" italiani che affondano lì le loro radici. Seguono la Repubblica di Mauritius (3), Bangladesh (2), Filippine, Ghana e Tunisia (1). Solo qualche giorno fa il sindaco Orlando, nelle vesti di ufficiale di stato civile, ha firmato un "pacchetto" di nuovi provvedimenti coi quali autorizza la polizia municipale a effettuare i controlli finalizzati al rilascio della residenza chiesta da alcuni cittadini stranieri in possesso del permesso di soggiorno. La battaglia del primo cittadino per l'iscrizione anagrafica dei migranti e contro il decreto Sicurezza va avanti. https://www.palermotoday.it/politica/cittadinanza-italiana-comune-palermo-figli-stranieri.html

CALTANISSETTA: RISCHIO NUOVO STOPO SS 640

Dopo la inutile passeggiata del Presidente del Consiglio Giuseppe Conte e del ministro delle infrastrutture Toninelli, che hanno inscenato la visita davanti la galleria per rassicurare sulla riapertura dei cantieri, non si è mosso niente che lasci ben sperare. La ripresa dei lavori, infatti era avvenuto a spese delle imprese coinvolte nei lavori, che pur essendo creditrici di oltre 70 milioni, avevano risposto all’appello del governo che si era impegnato a corrispondere il 20% delle somme dovute ed a riunire un tavolo tecnico attorno al quale dovevano sedere anche i sindaci di Caltanissetta ed Agrigento, la società contraente dell’appalto, l’Anas, la Regione ed altri sindaci. Di tutto questo, non è successo nulla e si paventa, giustamente, che le imprese sospendano di nuovo il lavoro perché non potranno sostenere a lungo le spese per portare avanti i cantieri. Come mai non è partito il tanto decantato tavolo tecnico? Come mai non parte lo sblocca cantieri su cui si è imbastito tanta pubblicità fino ad arrivare alla scena della fotografia davanti alla galleria? Misteri della politica e di un governo che molto apparire ma poco fare. (SA)

CATANIA: AIUTARE LA CITTA’ AD USIRE DALLA CRISI

Continuano i problemi economici del comune di Catania, che a breve potrebbe trovarsi senza liquidità. I tentativi di trovare una soluzione tengono impegnato il sindaco della città, che chiama a raccolta i deputati catanesi eletti alla camera e al senato siano essi di centro destra o di centrosinistra. Di fronte alla crisi, infatti, non c’è colore che tenga ed ognuno deve fare la propria parte per tirare fuori la città dai guai che si sono accumulati in tutti questi anni. Non serve certo rincorrere responsabilità o altro, oggi è solo necessario cercare e trovare soluzioni. Alla folta pattuglia di parlamentari che opera nelle aule romane, viene chiesto di adoperarsi per evitare il peggio ad una città che in ogni caso, a prescindere da chi la amministra e dalle forze politiche al potere, chiede aiuto ai suoi cittadini illustri per evitare ulteriori problemi a tutti gli altri cittadini che vivono, lavorano ed operano a Catania. In tempi di carestia, dovrebbero essere banditi ideologie buone per gli scontri politici, la crisi impone che ognuno faccia la sua parte rimboccandosi le maniche e rendendosi operativo. (SA)

#SICILIA2030, STUDENTI DI PIAZZA ARMERINA: «PRONTI A RACCOGLIERE SFIDE DELLA VITA»

di Marta Furnari I ragazzi dell'Iss “Majorana-Cascino” raccontano i loro sogni e il loro futuro nell'ambito del progetto lanciato dal quotidiano La Sicilia DA LA SICILIA - Piazza Armerina (Enna) - Parte dall’entroterra siciliano, da Piazza Armerina, con i suoi celebri mosaici della Villa del Casale Sito Unesco e il suo centro storico barocco dominato dalla suggestiva mole della Cattedrale, il vero e proprio tour di #Sicilia2030 il progetto lanciato dal nostro quotidiano a fine anno. Come saranno la Sicilia e i siciliani tra 10 anni? Abbiamo chiesto ai giovani studenti di 17-18 anni dell’Iss “Majorana-Cascino” di raccontarci cosa vogliono per il loro futuro e come pensano di poter raggiungere i loro obiettivi. “Carpe diem! Cogliete l'attimo ragazzi, rendete straordinaria la vostra vita!” è la frase cui un fantastico Robin Williams nei panni del professore Robin John Keating nel film “L’Attimo Fuggente” incitava i suoi studenti ad attraversare la vita con passione. E della famosa locuzione latina delle Odi di Orazio ne hanno fatto il loro motto i ragazzi della redazione del giornale “Carpe diem” dell’Iss “Majorana-Cascino”, comprendente il liceo classico, liceo scientifico e l’istituto tecnico industriale. Il giornale, nato 13 anni fa su idea del Liceo scientifico, sprizza vitalità da tutti i pori e per gli studenti-collaboratori il cambiamento è una costante. (vai alla notizia: https://www.lasicilia.it/video/enna/229155/sicilia2030-studenti-di-piazza-armerina-pronti-a-raccogliere-sfide-della-vita.html)

MESSINA: VERSO LA SOLUZIONE DEL PROBLEMA DELL’APPROVVIGIONAMENTO IDRICO?

La città di Messina ha trovato un modo tutto suo per festeggiare la giornata dell’acqua. La Società Meridionale Acque Messina (A.M.A.M. SpA) ha presentato un progetto di investimenti da realizzare in tre anni, che prevede intanto un monitoraggio attento della rete idrica esistente in modo da eliminare le molte perdenze che influiscono negativamente sull’afflusso dell’acqua ai rubinetti.Prevista anche la ristrutturazione di quelle parti che ne necessitano dell’acquedotto Fiumefreddo al fine di evitare anche episodi franosi. Il secondo progetto prevede il ripristino di una delle quattro vasche del serbatoio Montesano, il tutto con un investimento previsto complessivamente di circa 5,5 milioni di euro, fondi che arrivano in parte dal fondo per lo sviluppo e la coesione ed in parte da Materplan. Intanto, una ricerca di acqua ha portato alla messa in luce di 18 nuove sorgenti di piccola portata, tranne la maggiore di esse che ha un portata di 400 litri al secondo. Va citato intanto un atto meritevole di menzione fatto da una cittadina in una sua proprietà di Valle degli Angeli ha un pozzo della portata di 15 litri al secondo, che ha donato senza alcun compenso al comune. A lavori finiti, è da sperare che finalmente Messina possa risolvere l’annoso problema del rifornimento idrici. (SA)

METTERE IL TRENO AL CENTRO DELLA MOBILITÀ: PER IL CUB TRASPORTI CI VUOLE LA METROPOLITANA DI SUPERFICIE

Mettere il treno al centro della mobilità. Il Cub Trasporti fa sentire la sua voce ed insiste sull’opportunità che la città possa dotarsi della metropolitana di superficie in tempi brevi. Il sindacato di base Cub trasporti, attivo tra i ferrovieri del ragusano, e il Comitato pendolari della linea Siracusa-Ragusa-Caltanissetta, sono stati impegnati per il rilancio del trasporto su ferro in Sicilia Sud-Orientale, particolarmente danneggiato da provvedimenti sia governativi e ministeriali che del gruppo Fs. Dice Pippo Gurrieri da sempre in prima linea su questo fronte: “Negli ultimi tre anni, con il passaggio alla Regione delle competenze sul trasporto ferroviario, una importante interlocuzione, che ci ha visti protagonisti in prima linea, ha fatto si che il servizio viaggiatori venisse sensibilmente incrementato, col ripristino dei collegamenti Modica-Palermo sia pure con cambio a Caltanissetta, e un maggiore traffico tra Gela, Ragusa, Modica e Siracusa. Di recente siamo intervenuti contro alcune criticità che provocavano il ritardo dei treni, ma abbiamo sempre sottolineato come la causa maggiore dei ritardi sia da addebitare alla “semplificazione” di alcune stazioni, mutilate nella capacità di effettuare incroci, cosa fondamentale in una linea a semplice binario, ed è su questo versante che vanno fatti gli interventi strutturali, ripristinando le stazioni. Uno dei nostri ultimi interventi è stato quello di proporre una soluzione efficiente al problema dei pendolari. La nostra proposta prevede l’arrivo a Ragusa alle ore 7,52 del treno 12822 in partenza da Siracusa alle ore 5,30; di far partire da Ragusa per Siracusa il treno 12799 alle ore 8,10 (arrivo alle ore 10,05) e di effettuare un nuovo treno da Modica per Gela alle ore 9,50, importante per i flussi turistici verso il castello di Donnafugata”. Le proposte avanzate dal Cub sono state oggetto di discussione nel corso di un incontro tenutosi a Caltanissetta alla presenza dell’assessore regionale ai Trasporti Marco Falcone. Sono state anche suggerite modiche orarie da adottare entro il mese di aprile, e la riapertura della linea nei giorni festivi e domenicali. Il sindacato attende ora notizie da Palermo. ( (Duccio Gennaro - https://corrierediragusa.it/attualita/2019/03/22/mettere-il-treno-al-centro-della-mobilita-per-il-cub-trasporti-ci-vuole-la-metropolitana-di-superficie )

LA CUCINA STELLATA APPRODA A SIRACUSA, ANTONINO CANNAVACCIUOLO E SALVO FICARRA TRA I TESTIMONIAL DE “LE SOSTE DI ULISSE”

DA SIRACUSA NEWS - Terre, mare, uomini” e rappresenta un invito a immergersi completamente e a scoprire questi luoghi, condividendone le bellezze paesaggistiche e monumentali, le storie e le tradizioni, ma anche le eccellenze che vanno dal cibo e dalle materie prime all’accoglienza Grandi chef stellati, tra cui l’istrionico Antonino Cannavacciuolo e Salvo Ficarra tra i protagonisti de “Le soste di Ulisse”, appuntamento con la grande cucina che si terrà a Siracusa domenica 31 marzo e lunedì 1 aprile. Il tema scelto per questa edizione è “Sicilia da vivere. Terre, mare, uomini” e rappresenta un invito a immergersi completamente e a scoprire questi luoghi, condividendone le bellezze paesaggistiche e monumentali, le storie e le tradizioni, ma anche le eccellenze che vanno dal cibo e dalle materie prime all’accoglienza. Cucina stellata ma non solo, dato che il programma prevede, nella giornata di domenica 31 marzo, dalle 12.30 alle 17 un evento di street food all’aperto, sulla terrazza del belvedere con vista sull’isola di Ortigia. Il tutto con il contorno di artisti di strada e giocolieri. Una domenica aperta alle famiglie che previa prenotazione potrà vivere una intensa giornata tra le vie del gusto. Il giorno seguente, invece, cena di gala al ristorante Nesos, all’interno dell’Hotel Minareto. Qui gli chef prepareranno una serie di piatti gourmet impreziositi dall’utilizzo di prodotti di qualità del territorio siracusano. L’occasione di festa sarà anche un momento di riflessione e discussione tra operatori e stampa su tematiche legate all’accoglienza in ambito turistico ed enogastronomico. Nella mattinata del 1 aprile si svolgeranno infatti delle tavole rotonde. A moderare, il giornalista Francesco Seminara. A sostegno “Le soste di Ulisse” prezioso l’apporto di Unicredit che attraverso un protocollo d’intesa, oltre a un supporto economico offrirà dei percorsi di formazione volti alla scoperta e alla conoscenza dei nuovi mercati per consentire alle piccole e medie aziende di poter perseguire senza troppi intoppi il progetto di crescita. http://www.siracusanews.it/la-cucina-stellata-approda-siracusa-antonino-cannavacciuolo-salvo-ficarra-testimonial-de-le-soste-ulisse

TRAPANI: PER LE GIORNATE DELLA FAI APERTA LA TONNARA SAN GIULIANO

Come ogni anno, il FAI che ci ha abituato a rendere visitabili i siti che spesso vengono dimenticati e di cui l’Italia è piena, come altre volte anche le città siciliane quest’anno hanno preso parte all’importante appuntamento. La città di Trapani, che racchiude molti monumenti e molti siti degni di essere visitati, ha preso parte alle giornate FAI di primavera, aprendo al pubblico la Tonnara San Giuliano. La tonnara San Giuliano oggi di proprietà dell’imprenditore Castiglione, accorpata alle tonnara di San Cusumano ed a quella di Bonaria, è l’unica attività che a quella della pesca unisce anche l’attività della trasformazione e commercializzazione del prodotto. In occasione delle giornate del FAI di primavera sia oggi che domani la tonnara è aperta ai visitatori che numerosi si sono presentati per poterla visitare in tutte le sue parti. (SA) NOTA: Le foto ed alcuni brani del portale sono prese in parte da Internet e quindi valutate di pubblico dominio. Se i soggetti o gli autori avessero qualcosa in contrario alla pubblicazione, basterà segnalarlo alla redazione che provvederà prontamente alla rimozione delle immagini utilizzate.