LAVORO: IL MINISTRO ORLANDO FIRMA ACCORDO CON LA PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA DI MOLDOVA

Il ministro del Lavoro e delle Politiche Sociali, Andrea Orlando, ha incontrato oggi nella sede del Ministero, la presidente della Repubblica di Moldova, Maia Sandu,

con la quale ha firmato un accordo in materia di sicurezza sociale. L’accordo ha come obiettivo quello di facilitare il flusso di informazioni e dati tra le Istituzioni di sicurezza sociale e assicurare l’esportabilità delle pensioni e delle rendite da infortunio e malattia professionale. La firma di oggi è particolarmente rilevante anche in ragione della numerosa comunità moldava residente in Italia: sono oltre 120.000, infatti, i cittadini moldavi che detengono un regolare permesso di soggiorno, cui si aggiungono altri 23.000 che hanno acquisito la cittadinanza italiana. Con la sottoscrizione dell’Accordo di oggi, per la prima volta, i due Paesi si impegnano ad assicurare certezza giuridica nelle tutele dei diritti legati all’attività lavorativa, in condizioni di reciprocità, e la trasferibilità dei trattamenti di pensione in favore di tutti i cittadini che hanno prestato e prestano la loro attività lavorativa rispettivamente in Italia o nella Repubblica di Moldova. Il ministro del Lavoro e delle Politiche Sociali, Andrea Orlando, ha espresso soddisfazione per la firma: “Nella consapevolezza che l’amicizia tra l’Italia e la Moldova, un paese giovane e con una forte vocazione di partnership con l’Unione europea, è molto forte. Un legame che si rafforza anche grazie alla numerosa comunità moldava residente in Italia, fortemente radicata sul territorio italiano, inserita, attiva e presente nel mondo del lavoro del nostro Paese”. (USEF)

INTERNO: FONDO PER LA SICUREZZA URBANA 2021-2023, IL MINISTRO LAMORGESE FIRMA IL DECRETO CHE ATTRIBUISCE LE RISORSE

«Ho firmato il decreto che attribuisce le risorse del Fondo per la sicurezza urbana per il triennio 2021-2023», ha dichiarato il ministro dell'Interno, Luciana Lamorgese. «Si tratta di 65 milioni di euro destinati alle città metropolitane, con una quota parte riservata a quelle in dissesto o in riequilibrio finanziario, nonché a sostenere economicamente le iniziative dei comuni contro l'abusivismo commerciale e lo spaccio di droga nei pressi degli istituti scolastici». «Questa rete di finanziamenti - ha proseguito la titolare del Viminale - consentirà, tra l'altro, agli enti locali di procedere ad assunzioni a tempo determinato di unità aggiuntive nei corpi di polizia locale, nonché alla messa in sicurezza e alla riqualificazione di aree degradate». «Inoltre, per rafforzare i servizi di vigilanza nelle località interessate da una maggiore affluenza turistica, è stato disposto come di consueto - ha concluso il ministro Lamorgese – l’invio di 2.300 unità di personale interforze in 65 province, in attuazione del Piano di potenziamento estivo dei presidi di polizia definito dal Dipartimento della pubblica sicurezza, tenuto anche conto delle esigenze manifestate dai rappresentanti delle istituzioni territoriali. Le unità straordinarie saranno utilizzate nell’ambito dei dispositivi di controllo definiti in sede di Comitato provinciale per l'ordine e la sicurezza pubblica». (USEF)

MAECI: VIVA SODDISFAZIONE DELL’ITALIA PER LA NOMINA DELL’ON. DEL RE A RAPPRESENTANTE SPECIALE DELL'UE PER IL SAHEL

L’Italia accoglie con viva soddisfazione la nomina dell’On. Emanuela Claudia Del Re alla carica di Rappresentante speciale dell'UE per il Sahel. Durante il suo mandato come Vice Ministra per gli Affari esteri e la Cooperazione internazionale, l’On. Del Re ha seguito con grande passione ed efficacia il continente africano e, in particolare, la regione del Sahel sia sul piano bilaterale che europeo, nel quadro della nuova Strategia dell’Unione Europea per il Sahel. Si tratta di una nomina che, oltre a premiare la riconosciuta competenza dell’On. Del Re, testimonia il ruolo sempre più profilato svolto dall’Italia in un’area geografica divenuta strategica per la sicurezza di tutta l’Europa. In occasione della presidenza del G-20 e come co-presidente COP26, l’Italia organizzerà nel 2021 eventi di alto livello sull’Africa e porrà la lotta al terrorismo e all'instabilità nella regione del Sahel tra i temi centrali della riunione ministeriale della Coalizione anti-Daesh che si svolgerà nel nostro Paese alla fine di giugno. (USEF)

ARS: BENI CONFISCATI. CRACOLICI E DIPASQUALE A PARTINICO: DAI TERRITORI SUGGERIMENTI PER DDL IN DISCUSSIONE ALL’ARS

“In prima linea per il recupero, la valorizzazione ed il reinserimento nel circuito civile e sociale dei beni confiscati alla mafia ed alla criminalità organizzata, i Comuni hanno bisogno di un sostegno legislativo, alla cui stesura possono contribuire con concreti suggerimenti”. I parlamentariregionali PD Antonello Cracolici e Nello Di Pasquale ne hanno parlato stamattina, a Partinico, con le commissarie Concetta Caruso ed Isabella Giusto illustrando il disegno di legge attualmente in discussione in prima commissione all’Ars” “La restituzione alla collettività dei proventi delle attività illecite passa attraverso una gestione efficiente del patrimonio confiscato. I suggerimenti che vengono dal territorio – hanno concluso Cracolici e Dipasquale – sono indispensabili per arrivare ad una legge che risponda concretamente alle esigenze dei Comuni e dei cittadini riaffermando la presenza dello Stato nei territori”. (USEF)

SENATO: SEMPLIFICAZIONI PROCEDIMENTI ELETTORALI

L'Assemblea prosegue oggi, martedì 22 giugno, alle 16,30, l'esame del ddl n. 2129, recante modifiche all'articolo 25 del testo unico delle leggi recanti norme per la elezione della Camera dei deputati, di cui al decreto del Presidente della Repubblica 30 marzo 1957, n. 361, in materia di procedura di nomina dei rappresentanti di lista, avviato nella seduta del 16 giugno con la relazione del senatore Garruti. Dossier di documentazione (USEF)

CAMERA: RELAZIONE DEL GARANTE NAZIONALE DEI DIRITTI DELLE PERSONE PRIVATE DELLA LIBERTÀ PERSONALE - HANNO PARTECIPATO FICO E CARTABIA

Lunedì 21 giugno, alle ore 11, presso la Sala della Regina di Montecitorio, è stata presentata la Relazione annuale sull'attività svolta dall'Autorità Garante nazionale dei diritti delle persone private della libertà personale. Ha illustrato la Relazione il Presidente dell'Autorità, Mauro Palma. Ha partecipato il Presidente della Camera, Roberto Fico. E' Intervenuta la Ministra della Giustizia, Marta Cartabia. (USEF)