SICILIA. LUPO: GOVERNO MUSUMECI INADEMPIENTE, COMUNI SICILIANI CREDITORI RISCHIANO DISSESTO

“Il governo Musumeci non può assistere inerme alla gravissima crisi finanziaria che stanno attraverso i Comuni. Occorre che il governo trovi soluzioni immediate per superare

le criticità che di fatto bloccano le risorse regionali destinate agli Enti Locali. Lo ha detto in Aula all’Ars il capogruppo Pd Giuseppe Lupo nel corso del dibattito sulla mozione ‘Iniziative in ordine alle gravi criticità finanziarie dei Comuni siciliani ed interventi strutturali di carattere finanziario e normativo’. “I Comuni siciliani sono creditori di mezzo miliardo di euro nei confronti della Regione. Gravi inadempienze del governo Musumeci – aggiunge il parlamentare Pd – bloccano 230 milioni di euro di trasferimenti per investimenti stanziati dalle finanziarie regionali 2020 e 2021, e 265 milioni di euro circa del fondo perequativo per il sostegno delle categorie produttive più colpite dalla ‘crisi COVID’. Circa 500 milioni di euro circa fermi nelle casse regionali aspettano di essere trasferiti ai comuni per essere investiti in opere pubbliche, rilanciando l’economia e l’occupazione. Musumeci, anche oggi assente in Aula, intervenga per evitare il dissesto delle casse dei Comuni che graverebbe sui cittadini e sulle imprese”. (USEF)

SICILIA. LUPO: CAMPAGNA ANTICENDIO A RISCHIO, MA LA MAGGIORANZA DISERTA L’AULA “

L’assenza in aula dei deputati della maggioranza e dello stesso presidente Musumeci ha impedito che si votasse oggi la legge a sostegno del settore forestale per mancanza di numero legale. E’ un ulteriore conferma della irresponsabilità di un governo che invece di risolvere i problemi li crea. Avevamo detto, durante l’esame della legge finanziaria, che la copertura prevista dal governo con Fondi europei era incerta ed avrebbe pregiudicato il sostegno al settore ed alla campagna antincendio, ma il governo ha preferito l’arroganza al buon senso”. Lo ha detto in aula il capogruppo Pd Giuseppe Lupo “Ancora non abbiamo notizie su come il governo intende ripianare il buco dei 70 milioni di euro mancanti al settore forestale. Musumeci ascolti l’allarme lanciato dai sindacati – ha aggiunto Lupo – e chiarisca come pensa di reperire i 14 milioni di euro da destinare ai Consorzi di Bonifica per garantire la campagna (USEF)

NOTA FARNESINA - INTESA UNIONE EUROPEA - STATI UNITI

L’annuncio dell’intesa raggiunta da Unione Europa e Stati Uniti sulla controversia Airbus-Boeing è un’ottima notizia per le nostre imprese, specie quelle del comparto agro-alimentare, che non dovranno più sostenere la pressione di oltre 500 milioni di dazi”, ha commentato il Ministro degli Esteri e della Cooperazione Internazionale, Luigi Di Maio, con riferimento alla sospensione per un periodo di cinque anni delle rispettive contromisure tra UE e USA sulla questione dei sostegni all’industria degli Aeromobili Civili di Grandi Dimensioni. Si tratta di un segnale tangibile di come l’alleanza tra Europa e Stati Uniti stia vivendo un nuovo fruttuoso capitolo dall’insediamento dell’amministrazione Biden, fatto di cooperazione efficace e comunanza di vedute e valori e che “porterà grande sollievo agli esportatori su entrambe le coste dell’Atlantico”, ha aggiunto Di Maio. Come ricorda il titolare della Farnesina, per l’Italia è un ulteriore passo verso la ripresa dopo un anno particolarmente duro e dopo essere stata coinvolta dalla controversia commerciale pur non essendo parte del consorzio Airbus-Boeing. “Nell’ultimo anno alla Farnesina abbiamo lavorato molto per assicurare un volume di risorse eccezionale per la promozione delle imprese italiane all'estero grazie a strumenti innovativi e integrati come il Patto per l’export. Questa tregua commerciale tra UE e Stati Uniti, per cui abbiamo sempre lavorato con convinzione, si aggiunge allo straordinario risultato raggiunto dall’export italiano che, nei primi tre mesi del 2021, ha toccato quota 118 miliardi di euro. (USEF)

ONU; SERENI, DA IMPRESE RUOLO FONDAMENTALE PER SVILUPPO SOSTENIBILE

“L’Agenda 2030 per lo sviluppo sostenibile ci impone di guidare il mondo verso un futuro migliore e non a caso dunque la Presidenza italiana del G20 ha adottato i suoi principi - Persone, Pianeta e Prosperità - come pilastri della propria azione”. Lo ha dichiarato in un videointervento al UN Global Compact Leaders Summit la Vice Ministra degli Esteri Marina Sereni, che ha aggiunto: “Purtroppo l’attuazione dell’Agenda ha subito un rallentamento a causa della pandemia, anche se proprio a causa di questa crisi abbiamo tutti capito che il modello di sviluppo globale finora seguito è insostenibile”. “Ora – ha spiegato Sereni – è il momento per gettare le basi per un mondo diverso e migliore, in cui si adottino nuovi modelli di sviluppo incentrati sull’inclusione socio-economica e sulla collaborazione reciproca. La Strategia Nazionale italiana per lo Sviluppo Sostenibile sostiene con forza l’Agenda 2030, sulla base dell’idea che ‘nessuno deve restare indietro’, in un quadro di partnership con i Paesi più poveri, in particolare quelli dell’Africa, per fornire know-how, aiuti alimentari, sostegno all’agricoltura, infrastrutture e soluzioni per persone con disabilità. La Cooperazione Italiana – ha proseguito la Vice Ministra – supporta inoltre questi Paesi anche nel raggiungimento della dimensione ambientale dell’Agenda 2030”. “Da parte sua, il Global Compact delle Nazioni Unite sulla responsabilità d’impresa sta aprendo la strada per un effettivo contributo delle aziende e del mondo imprenditoriale al raggiungimento dell’Agenda. Come Italia, – ha detto ancora Sereni – partecipiamo con quasi 400 aziende italiane a questo grande sforzo. Per una società più inclusiva e sostenibile, il coinvolgimento del settore privato è e sarà di fondamentale importanza”. La Vice Ministra ha poi espresso “grande gioia e apprezzamento” per l’imprenditrice italiana Giulia Giuffrè, insignita dal Global Compact dell’ONU con il titolo mondiale di Pioniere degli obiettivi di sviluppo dell’Agenda 2030, gli SDG. L’azienda siciliana Irritec di Giulia Giuffrè è leader a livello internazionale nei sistemi d’irrigazione sostenibile. (USEF)

INCONTRO, IN VIDEOCOLLEGAMENTO, CON RICHARD FERRAND, PRESIDENTE DELL'ASSEMBLEA NAZIONALE FRANCESE

Il Presidente della Camera, Roberto Fico, ha avuto un colloquio in video conferenza con il Presidente dell'Assemblea Nazionale francese Richard Ferrand. "La crisi pandemica è stato un banco di prova decisivo per l'Unione Europea, per la sua coesione e la capacità di affrontare in modo compatto un'emergenza che ha investito tutti i Paesi. A partire dal lancio di misure come il Next Generation Eu, le politiche europee hanno fatto un salto di qualità che non era scontato e che esprime il senso che deve avere la nostra casa comune. Su questo e altri temi mi sono confrontato il Presidente Ferrand. I nostri parlamenti sono chiamati a svolgere un ruolo cruciale in questa fase nel monitoraggio sull'attuazione dei piani di ripresa e resilienza. La sfida ora è infatti quella di spendere nel modo migliore le risorse stanziate per rilanciare uno sviluppo economicamente, socialmente ed ecologicamente sostenibile. Con l'Assemblea nazionale francese la Camera dei deputati ha da sempre un legame solido. Anche durante i mesi della pandemia i rapporti si sono ulteriormente sviluppati. Un percorso che continueremo a rafforzare con nuove forme di cooperazione tra gli organi parlamentari e le amministrazioni", così il Presidente Fico al termine dell'incontro. (USEF)

ACCORDO UE-USA, DICHIARAZIONE DEL PRESIDENTE DEL CONSIGLIO, MARIO DRAGHI

15 Giugno 2021 “Con l’accordo di oggi Usa e Ue rafforzano la propria alleanza, consolidando una nuova stagione di cooperazione. In particolare, molte produzioni italiane di eccellenza potranno beneficiare della sospensione a lungo termine dei dazi commerciali. Un ulteriore passo verso il ritorno ad una piena collaborazione nei fori multilaterali, di cui beneficerà tutta la comunità transatlantica”. (USEF)