ARS - FINANZIARIA. CRACOLICI: LA REGIONE ASSUMA PROFESSIONISTI IN GRADO DI SFRUTTARE LE OCCASIONI DELLA PROGRAMMAZIONE 2021-2027

Una task-force, da assumere attraverso un concorso pubblico con contratto a tempo determinato per un periodo massimo di due anni,

per potenziare le iniziative di attuazione della Regione in merito alla programmazione 2021-2027 e fornire supporto amministrativo ai Comuni ed gli Enti interessati dalla spesa: la proposta è del parlamentare regionale del PD Antonello Cracolici, che ha presentato un emendamento alla finanziaria regionale attualmente in esame nelle commissioni di merito all’Ars. “La Sicilia non può permettersi di perdere le occasioni che l’Europa mette a disposizione – dice Cracolici – ma in troppe occasioni l’amministrazione regionale dimostra di avere bisogno del supporto di apposito personale, che si potrebbe individuare attraverso questo percorso”. L’emendamento presentato da Cracolici in commissione Affari istituzionali prevede di attivare un fondo di cinque milioni di euro per questa “long list” di personale qualificato con laurea in materie giuridiche o economiche. (USEF)

ARS - FINANZIARIA. VIOLENZA DI GENERE: OK EMENDAMENTO PD IN COMMISSIONE ARS, 2 MLN PER OSPITARE LE VITTIME IN APPOSITI CENTRI

“I casi di violenza di genere sono, purtroppo, in aumento anche in Sicilia. Abbiamo presentato un emendamento alla finanziaria, approvato in commissione Ars, che stanzia due milioni di euro in favore dei Comuni siciliani per il pagamento delle rette necessarie all’ospitalità delle vittime, nelle case antiviolenza e nei centri di accoglienza”. Lo dicono il capogruppo Giuseppe Lupo ed il parlamentare regionale PD Antonello Cracolici, componenti della commissione Affari istituzionali dell’Ars dove oggi l’emendamento alla finanziaria regionale è stato approvato all’unanimità. “Ringraziamo i componenti della commissione per aver condiviso questa proposta che non ha colore politico ma è una battaglia di civiltà – aggiungono Lupo e Cracolici – la cifra è di certo insufficiente a far fronte alle esigenze reali connesse al drammatico fenomeno delle violenze domestiche sulle donne, ma è comunque un passo nella giusta direzione. In commissione Bilancio proveremo ad incrementare la somma”. (USEF)

VIOLENZA IN MYANMAR: DICHIARAZIONE DEI MINISTRI DEGLI ESTERI DEL G7

Dichiarazione dei Ministri degli Esteri di Canada, Francia, Germania, Giappone, Italia, Regno Unito e Stati Uniti e dell'Alto Rappresentante dell'Unione Europea: “Noi, i Ministri degli Esteri del G7 di Canada, Francia, Germania, Giappone, Italia, Regno Unito e Stati Uniti e l'Alto Rappresentante dell'Unione Europea condanniamo con fermezza gli atti di violenza commessi dalle forze di sicurezza del Myanmar contro pacifici manifestanti. Esprimiamo la nostra solidarietà per coloro che hanno perso la vita. Le forze militari e di polizia sono chiamate ad esercitare la massima moderazione e a rispettare i diritti umani e il diritto internazionale. L'impiego di munizioni letali contro persone disarmate è inaccettabile. Chiunque risponda con la violenza a manifestazioni pacifiche sarà chiamato a risponderne. Condanniamo le intimidazioni e la repressione di coloro che si oppongono al colpo di stato. Esprimiamo la nostra preoccupazione per la limitazione della libertà di espressione, anche tramite l'oscuramento di Internet e le drastiche modifiche alla legge volte a reprimere la libertà di parola. La sistematica persecuzione di manifestanti, medici, giornalisti e membri della società civile deve cessare e lo stato di emergenza deve essere revocato. Continuiamo a chiedere il pieno accesso agli aiuti umanitari a sostegno dei più vulnerabili. Restiamo uniti nel condannare il colpo di stato in Myanmar. Rinnoviamo il nostro appello per il rilascio immediato e incondizionato di coloro che sono detenuti arbitrariamente, ivi compresi il Consigliere di Stato Aung San Suu Kyi e il Presidente Win Myint, e rimaniamo a fianco del popolo del Myanmar nella sua ricerca di democrazia e libertà. (USEF)

MAICI - INFORMATIVA DEL MINISTRO DI MAIO IN MERITO AI FATTI IN REPUBBLICA DEMOCRATICA DEL CONGO

In Aula alle ore 10.45 informativa urgente del Ministro degli Esteri, Luigi Di Maio in merito ai tragici eventi accaduti in Congo il 22 febbraio 2021 nel quale sono rimasti uccisi l'ambasciatore italiano nella Repubblica Democratica del Congo, Luca Attanasio, il carabiniere della scorta, Vittorio Iacovacci e l'autista, Mustapha Milamb. (USEF)

CAMERA - APPROVATO IL DECRETO MILLEPROROGHE

La Camera ha approvato il disegno di legge di conversione del decreto recante disposizioni urgenti in materia di termini legislativi, di realizzazione di collegamenti digitali, di esecuzione della decisione (Ue, Euratom) 2020/2053 del Consiglio, del 14 dicembre 2020, nonché in materia di recesso del Regno Unito dall'Unione europea (Milleproroghe) (C. 2845). Il provvedimento passa ora all'esame del Senato. Nel corso della seduta il Presidente Roberto Fico ha commemorato le vittime del grave attacco avvenuto nella Repubblica Democratica del Congo. L'Assemblea ha osservato un minuto di silenzio. (USEF)

CAMERA - COMITATO SCHENGEN, AUDIZIONE SU FENOMENO MIGRATORIO -

MERCOLEDÌ ALLE 14 DIRETTA WEBTV Mercoledì 24 febbraio, alle ore 14, presso l'Aula del IV piano di Palazzo San Macuto, il Comitato parlamentare di controllo sull'attuazione dell'accordo di Schengen, di vigilanza sull'attività di Europol, di controllo e vigilanza in materia di immigrazione, in merito all'indagine conoscitiva sulla gestione del fenomeno migratorio nell'area Schengen, con particolare riferimento all'attualità dell'Accordo di Schengen, nonché al controllo e alla prevenzione delle attività transnazionali legate al traffico di migranti e alla tratta di persone, svolge, in videoconferenza, l'audizione di Olivier Onidi, vice direttore del dipartimento migrazioni e affari interni, coordinatore dell'anti-trafficking della Commissione europea. L'appuntamento viene trasmesso in diretta webtv. (USEF)