EMERGENZA CORONAVIRUS: LE NUOVE REGOLE ADOTTATE DAL GOVERNO - DI NICOLA COREA

Il Consiglio dei Ministri ha approvato con decreto legge le nuove norme sull'uso delle mascherine. Da adesso in poi, la mascherina è obbligatoria in tutti i luoghi chiusi, tranne le abitazioni private.

Finora l'obbligo al chiuso era previsto per i solo luoghi aperti al pubblico: arriva ora un'ulteriore limitazione che impone l'obbligo ovunque, tranne che nella propria abitazione. L'obbligo di indossare la mascherina vale "in tutti i luoghi all'aperto ad eccezione dei casi in cui sia garantita in modo continuativo la condizione di isolamento" dalle altre persone. Sono esclusi da questi obblighi i soggetti che svolgono attività sportiva, i bambini di età inferiore ai sei anni, i soggetti con patologie o disabilità incompatibili con l'uso della mascherina e i relativi assistenti. E’ obbligatorio indossare le mascherine anche al chiuso, dunque, ad esempio, quando si entra nei negozi, quando si sale su un mezzo pubblico e negli uffici. Se si viaggia in macchina da soli o con conviventi non va indossata, ma se si è su un taxi o in macchina con amici e persone non conviventi è comunque obbligatoria. Nei bar e nei ristoranti la mascherina va indossata quando si entra e si esce. All'interno del bar va indossata dopo la consumazione, mentre al ristorante si può togliere quando si è seduti al tavolo, ma la mascherina va indossata per andare in bagno. Per chi non indossa la mascherina le multe sono salate. Vanno da 400 a 1000 Euro, tuttavia, sono di entità analoga a quelle previste nei precedenti provvedimenti. Il decreto legge prevede anche una limitazione ai poteri delle Regioni. Infatti, queste ultime potranno adottare solo misure più restrittive di quelle nazionali per fronteggiare l'emergenza coronavirus. Sarà, tuttavia, necessario il consenso del Governo. Il Consiglio dei Ministri ha approvato, altresì, la proroga dello stato di emergenza per il Covid19 fino al 31 gennaio 2021. (USEF)

UE - SASSOLI: SPETTA AI GIOVANI RACCOGLIERE LA TESTIMONIANZA DI LILIANA SEGRE

"Spetta ai giovani raccogliere la preziosa testimonianza della senatrice Liliana Segre. La sua vita è un grande dono perché è sopravvissuta all'inferno di Auschwitz e ci ha fatto conoscere ciò che non dobbiamo dimenticare mai e ciò di cui dobbiamo fare sempre memoria. 'La forza della vita è straordinaria' ha detto la signora Liliana e questo è il suo messaggio". Lo ha detto David Sassoli, presidente del Parlamento europeo, in un videomessaggio inviato a Liliana Segre per l'evento di Rondine Cittadella della Pace.(USEF)

NOTA FARNESINA – NAGORNO-KARABAKH

Prendiamo nota positivamente dell'annuncio del cessate il fuoco per motivi umanitari fra Armenia e Azerbaigian, facilitato dalla Federazione Russa. Apprezziamo il contestuale impegno delle parti a promuovere negoziati sostanziali per la soluzione del conflitto. Ribadiamo l'impossibilità di una soluzione del conflitto con le armi e rinnoviamo il nostro appello alle parti affinché siano rapidamente ripresi negoziati senza precondizioni sotto l'egida dei Co-Presidenti del Gruppo di Minsk.(USEF)

DI STEFANO: AEROSPAZIO SIA SEMPRE PIÙ SETTORE DI PUNTA NOSTRA ECONOMIA

ll Sottosegretario Manlio Di Stefano è intervenuto oggi pomeriggio all’84esima Fiera del Levante di Bari sul tema “Il valore del settore aerospazio per il Paese e le ricadute sul sistema economico pugliese”. “Oggi l’aerospazio va ricollegato al momento di difficoltà che stiamo attraversando”, ha esordito il Sottosegretario. “Si tratta di un settore fondamentale e ad altissimo contenuto tecnologico che rappresenta un’eccellenza assoluta delle nostre capacità industriali. In Italia il comparto spazio ed aerospazio genera 12 miliardi di euro (0,7% del PIL) all’anno e impiega 36.000 persone, con un ritorno fino a 7 euro per ogni euro investito e una propensione all’export del 70%”. “Siamo orgogliosi - ha proseguito Di Stefano - che l’Italia sia uno dei 7 Paesi al mondo capace di mettere in orbita satelliti e una delle poche Nazioni al mondo a disporre di un comparto spaziale ed aerospaziale caratterizzato da una filiera completa di sistemi, prodotti e servizi, il che ci conferisce una significativa autonomia strategica”. “Nella nostra visione - ha aggiunto il Sottosegretario - è fondamentale creare delle catene del valore di eccellenza regionali come ha fatto la Puglia, che è riuscita a ritagliarsi un ruolo di primo piano in Italia nel settore spaziale. Il Governo sostiene distretti di questo tipo e intende favorirli anche con gli sgravi fiscali per il Meridione che abbiamo recentemente annunciato.” Sulla recente candidatura di Simonetta Di Pippo a Direttore Generale dell’European Space Agency (ESA) il Sottosegretario ha dichiarato: “Sarebbe la prima donna a capo dell’ESA, ma siamo soprattutto fieri di un curriculum di assoluto rilievo.” “Il Governo e la Farnesina sono in prima linea perché spazio e aerospazio siano settori sempre più di punta della nostra economia, anche per le importanti ricadute in termini di proiezione internazionale”, ha concluso Di Stefano. (USEF)