ITALIANI ALL'ESTERO - LATINO AMERICA - MIN.ESTERI DI MAIO ALL'IILA RIBADISCE AMICIZIA E VICINANZA ITALIA AI PAESI LATINO AMERICANI NEL DIFFICILE MOMENTO.

IILA VALIDO SUPPORTO POLITICA ESTERA NELLA REGIONE

Gratitudine e apprezzamento sono stati espressi dal SG dell’ IILA e dagli ambasciatori dei 20 Paesi membri dell’Organizzazione Italo-Latinoamericana al Ministro degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale, On. Luigi Di Maio, che ha incontrato oggi il Consiglio dei Delegati presso la sede dell’Istituto. A sei mesi dalla visita all’IILA del Presidente del Consiglio On. Giuseppe Conte, nel Dicembre scorso, la partecipazione del Ministro Di Maio conferma il forte interesse del Governo italiano per il subcontinente latinoamericano e per l’IILA quale strumento efficace nella costruzione di un’agenda positiva capace di unire Italia, Europa e America Latina, soprattutto in una fase complessa e delicata come quella attuale. Richiamando la recente Dichiarazione per il rilancio del dialogo euro-latinoamericano approvata nei giorni scorsi da vari ministri europei e latinoamericani e la necessità di consolidare il multilateralismo, il Ministro Di Maio ha riconosciuto nell’IILA un valido strumento di supporto alla politica estera italiana nella Regione latinoamericana, capace di adeguarsi velocemente alle nuove sfide rafforzando il suo tradizionale ruolo di ponte tra l’Italia e la sponda sud dell’Atlantico. L’Italia si propone, inoltre, di svolgere un ruolo sempre più determinante nel promuovere le relazioni tra Unione Europea e America Latina. Particolare interesse è stato espresso dal Ministro degli Esteri per le iniziative legate al tema della sostenibilità ambientale a cui l’IILA sta lavorando, come il progetto sulla creazione di città verdi in America Latina, un impegno preso in occasione della IX Conferenza Italia America Latina e Caraibi organizzata dal Ministero degli Esteri con la collaborazione dell’IILA lo scorso ottobre e dedicata appunto allo sviluppo sostenibile. Due i messaggi centrali del Segretario Generale, Antonella Cavallari: innanzitutto vi è piena disponibilità dell’IILA ad accogliere l’appello lanciato dai Ministri degli esteri europei e latinoamericani alle organizzazioni bi-regionali, perché essa è oggi in grado di realizzare alcune di quelle azioni rese urgenti e necessarie dal nuovo scenario globale ridefinito dall’emergenza Covid-19, orientate al raggiungimento degli obiettivi di Sviluppo Sostenibile dell’Agenda 2030 dell’ONU. Inoltre, ha ricordato Cavallari, l’IILA, forte di una consolidata esperienza e di un apprezzamento crescente sia in Europa che in America Latina, può e vuole contribuire efficacemente a posizionare l’Italia a Bruxelles quale interlocutore privilegiato nel dialogo bi-regionale. (15/07/2020-ITL/ITNET)

ITALIANI E ITALIANI ALL'ESTERO - STATI GENERALI ECONOMIA - PRES.CONSIGLIO GIUSEPPE CONTE RIASSUME TEMI AL CENTRO INIZIATIVA ED INTERVENTI

Al via, da sabato 13 giugno, la serie di incontri del Presidente del Consiglio, Giuseppe Conte, con rappresentanti delle Istituzioni e delle Parti sociali, per un confronto sui progetti di rilancio del Paese, in programma a Villa Pamphilj. Nel corso della prima giornata, dopo l'indirizzo di apertura del Presidente Conte, sono intervenuti: il Presidente del Parlamento europeo, David Sassoli; la Presidente della Commissione europea, Ursula von der Leyen; il Commissario europeo all’Economia, Paolo Gentiloni; la Presidente della Banca Centrale Europea, Christine Lagarde; il Presidente del Consiglio Europeo, Charles Michel. Nel primo pomeriggio gli incontri sono proseguiti con gli interventi del Governatore della Banca d'Italia, Ignazio Visco, del Segretario Generale dell’OCSE, Ángel Gurría, e della Direttrice Operativa del Fondo Monetario Internazionale, Kristalina Georgieva. Successivamente, il Presidente Conte e gli altri ospiti presenti hanno partecipato al Panel “Policy in the Post-Covid world: challenges and opportunities”, che vedrà il contributo di rappresentanti del mondo accademico internazionale. Al termine, il Presidente Conte e i Ministri Gualtieri e Pisano hanno tenuto un punto stampa. (13/06/2020-ITL/ITNET)

NICOLA ZINGARETTI: SPAZZATI VIA I DECRETI SALVINI

Il Consiglio dei Ministri del 5 ottobre 2020 ha approvato il testo di un Decreto legge che introduce disposizioni urgenti in materia di immigrazione, protezione internazionale e complementare, sicurezza delle città, modificando e superando di fatto i decreti sicurezza di Salvini. Grande soddisfazione e numerose le dichiarazioni di plauso da parte di tanti esponenti del Partito Democratico, che da sempre si sono battuti affinchè la legalità venisse ripristinata e i migranti tornassero ad essere considerati come esseri umani. “Approvato in Consiglio dei Ministri il decreto immigrazione. I decreti propaganda Salvini non ci sono più. Vogliamo un’Italia più umana e sicura. Un’Europa più protagonista“, ha commentato immediatamente su Twitter il segretario del Pd, Nicola Zingaretti.

RICERCA, SERENI: SVILUPPARE COOPERAZIONE INTERNAZIONALE FONDAMENTALE

"Covid-19 ha cambiato l’idea che i muri possano servire a difenderci, non c’è nessun muro o confine che possa fermare il virus, l’unica cosa da fare, come ha fatto l’Europa, e l’Italia è stata in prima fila, è lavorare assieme per l’emergenza sanitaria, dare una risposta globale, coordinata, multilaterale.” Lo ha dichiarato la vice Ministra degli Esteri Marina Sereni intervenendo oggi a Genova al workshop “Il Gaslini nel Mondo: esperienze e prospettive”, presso l’Aula Magna dell’Istituto G. Gaslini.“È proprio in questo momento - ha proseguito Sereni - che la promozione della nostra ricerca a livello internazionale diventa fondamentale. Solo con la cooperazione possiamo infatti pensare di arginare la pandemia. Per questo, il lavoro svolto all’estero da una struttura sanitaria come il Gaslini rappresenta un apporto preziosissimo, che arricchisce il valore del nostro aiuto rivolto ai Paesi più deboli, non solo dal punto di vista sanitario. Negli ultimi cinque anni sono stati finanziati dalla Farnesina più di mille progetti di ricerca bilaterale in diciassette Paesi. È un grande sforzo ma possiamo e dobbiamo fare ancora di più, Se guardiamo ad un’area strategica per l’Italia come quella del Mediterraneo e del Medio Oriente, entro la quale si vivono crisi e conflitti, è evidente come l’Europa debba rilanciare una visione nuova, sviluppando politiche di sviluppo e cooperazione che siano efficaci e concrete. In tutto questo, - ha concluso Sereni - l’azione di proiezione esterna fatta da strutture come il Gaslini rimane dunque un esempio straordinario e positivo, frutto di energie e competenze sia pubbliche che private di cui l’Italia deve andare fiera”.

DEL RE. ITALIA SOSTIENE ACCESSO PAESI MENO SVILUPPATI AL VACCINO

La Vice Ministra Emanuela Del Re ha avuto un colloquio in VTC con la Sottosegretaria Generale e Alto rappresentante dell’ONU per i Paesi meno sviluppati, i Paesi in via di sviluppo senza sbocco sul mare e i piccoli Stati insulari in via di sviluppo, Fekitamoeloa Utoikamanu. “L'Italia è un amico tradizionale e sostenitore di lunga data dell’azione ONU a difesa dei paesi vulnerabili” – ha ricordato la Vice Ministra all’interlocutrice – “La cooperazione italiana allo sviluppo è particolarmente focalizzata sui paesi meno sviluppati che rappresentano il maggior numero dei nostri Paesi prioritari e di intervento.” “L'Italia avrà la Presidenza del G20 nel 2021, e darà priorità alle questioni sanitarie, sociali ed economiche legate alle conseguenze della pandemia di COVID. In questo contesto spazio potrà essere dato ad iniziative specifiche a rafforzare il funzionamento e la resilienza dei servizi sanitari, anche negli stati insulari in via di sviluppo” - ha proseguito. “L'Italia ha inoltre sostenuto l'accesso al meccanismo internazionale per la distribuzione universale ed equa dei vaccini, consentendo a tutti i Paesi meno sviluppati e alle piccole isole in via di sviluppo di essere tra i 92 beneficiari del GAVI AMC/Covax Facility. Abbiamo anche favorito la loro piena partecipazione al Consiglio di facilitazione dell'acceleratore ACT.” – ha concluso Del Re.

ITALIA – UCRAINA: MIN DI MAIO RICEVE CAPO AMMINISTRAZIONE PRESIDENZIALE E VICE PREMIER

Il Ministro degli Esteri Luigi Di Maio ha ricevuto alla Farnesina il Capo dell’Amministrazione Presidenziale ucraina e Responsabile per il negoziato sul Donbass, Andrii Yermak, e la Vice Primo Ministro ucraina per l’integrazione euroatlantica, Olga Stefanishyna. Il cordiale incontro si è focalizzato sul rilancio del processo di pace relativo al Donbass. Il Ministro Di Maio, nel ricordare il sostegno per l’integrità territoriale e la sovranità dell’Ucraina, ha espresso apprezzamento per la generale tenuta del cessate-il-fuoco, auspicando sviluppi positivi sul piano del negoziato e incoraggiando una soluzione sostenibile in linea con gli accordi di Minsk. Nel corso del colloquio si è anche discusso del rafforzamento in corso delle relazioni bilaterali, con particolare attenzione alla cooperazione economica e commerciale, ed alla prossima riunione del Consiglio Italo-Ucraino per la Cooperazione Economica, Industriale e Finanziaria.