IL PRESIDENTE CONTE ALLE CAMERE

Un lungo applauso per il presidente Conte. Oggi al Senato e subito dopo alla Camera. Un grazie sentito, di cuore, per l’immenso lavoro svolto.

Ad oggi c’è un dato, tutt’altro che scontato: l’Italia si è fatta rispettare in Europa. Siamo consapevoli che il risultato ottenuto a Bruxelles deve avere un seguito. Adesso bisogna lavorare con grande intensità per spendere bene le risorse che arriveranno dall’Europa. Per questo serve programmazione e concretezza. In momenti difficili siamo stati in grado di soffrire, ma siamo riusciti anche a trovare la forza per ripartire. Pensiamo ai prossimi mesi come un’opportunità. Dobbiamo essere in grado, con le riforme che andremo a pianificare da qui a breve, di fare quello che per anni gli altri governi non sono riusciti a fare: pensare solamente agli interessi degli italiani. A testa alta, sempre. (USEF)

SICILIA. LUPO: MOZIONE DI SFIDUCIA RESPINTA DALL’ARS? MUSUMECI ORA NON HA PIÙ ALIBI

“Da adesso in poi il presidente della Regione dovrà smettere di praticare il suo sport preferito, quello dello scaricabarile: la mozione di sfiducia ha fatto emergere con chiarezza che Musumeci una maggioranza ce l’ha, e quindi non può più accusare il parlamento per il suo immobilismo”. Lo dice Giuseppe Lupo, capogruppo del PD all’Ars, a proposito della mozione di sfiducia al presidente della Regione Nello Musumeci, presentata dal Movimento 5 Stelle e sostenuta dal PD. La mozione è stata respinta dall’aula con 24 voti a favore e 36 contrari.(USEF)

MOTORIZZAZIONE CIVILE. LUPO: MANTENERE UFFICI AD ENNA, NO ACCORPAMENTO CON CALTANISSETTA – INTERROGAZIONE PD ALL’ARS

“Alcune competenze dell’ufficio della Motorizzazione Civile di Enna sono state trasferite alla sede di Caltanissetta: questa decisione determinerà disagi per gli utenti ed un ulteriore ‘isolamento’ della comunità ennese, causato anche dalla progressiva perdita di uffici pubblici che svolgono servizi essenziali. Chiediamo pertanto di revocare il provvedimento e di mantenere le attuali competenze in materia di autotrasporto presso la sede di Enna, senza accorparle a quella di Caltanissetta”. Lo chiede il capogruppo PD Giuseppe Lupo, che insieme con gli altri deputati regionali del gruppo all’Ars ha presentato una interrogazione rivolta all’assessore per le Infrastrutture, la Mobilità e i Trasporti. (USEF)

SICILIA: L'ESITO DELLA SEDUTA D'AULA N. 207

Nella seduta odierna, 22 luglio m2020, dopo ampio dibattito, l’Assemblea ha respinto con 36 voti contrari e 24 voti favorevoli la mozione di sfiducia al Presidente della Regione, presentata dal Gruppo parlamentare del Movimento Cinque Stelle. (USEF)

DICHIARAZIONE DEL PRESIDENTE MATTARELLA NEL 50° ANNIVERSARIO DELLA STRAGE DI GIOIA TAURO

Il Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, ha rilasciato la seguente dichiarazione: «50 anni fa, a Gioia Tauro, un ordigno collocato sulla linea ferroviaria provocò il deragliamento del treno Palermo-Torino, causando la morte di sei persone, mentre molti passeggeri rimasero feriti, alcuni dei quali gravemente. Nel giorno di questa triste ricorrenza desidero anzitutto esprimere i sentimenti di solidarietà e vicinanza alle famiglie che furono costrette a patire lutto e sofferenze, pagando il prezzo più alto alla brutalità del terrore e dell’eversione. Fare memoria, anche delle pagine più dolorose della nostra storia, è opera preziosa di civiltà e richiama tutti a un gravoso e irrinunciabile esercizio di responsabilità. I colpevoli dell’attentato rimasero per lunghi anni sconosciuti ma, seppure con ritardo, il percorso della giustizia è riuscito a raggiungere un traguardo di verità, svelando gli esecutori, la loro connessione con frange estremiste neofasciste che tentavano di strumentalizzare e condizionare le proteste di Reggio Calabria, e svelando anche il legame con organizzazioni criminali radicate nel territorio. La strage di Gioia Tauro seguì di pochi mesi quella di piazza Fontana a Milano. La strategia della tensione e l’attacco eversivo alla Repubblica si stavano dispiegando, lasciando una scia di sangue che mai potrà essere cancellata o dimenticata. L’unità del popolo italiano intorno ai valori democratici della Costituzione è stata capace di respingere l’aggressione, di tagliare i legami di complicità, di bandire la violenza come mezzo di lotta politica. La lezione di quei tragici eventi ci dice che non si deve mai abbassare la guardia di fronte alla criminalità, all’illegalità, alle intimidazioni che puntano a lacerare il tessuto di coesione civile su cui poggiano libertà e democrazia». Roma, 22/07/2020 (USEF)

CAMERA: MARTEDÌ PRESENTAZIONE DEL RAPPORTO SULLA LEGISLAZIONE 2019-2020 - PARTECIPA VICEPRESIDENTE ROSATO

Martedì 28 luglio alle ore 11, presso la Sala della Regina di Montecitorio, avrà luogo - in diretta webtv - la presentazione del Rapporto sulla Legislazione 2019-2020. Il Rapporto contiene un'analisi della legislazione nazionale, regionale, dell'Unione europea e di alcuni Stati europei fino ai mesi dell'emergenza Coronavirus. Alla presentazione prenderanno parte Ettore Rosato, vicepresidente della Camera dei deputati, Maura Tomasi, presidente del Comitato per la legislazione, Stefano Ceccanti, vicepresidente del Comitato per la legislazione, Paolo Russo, componente del Comitato per la legislazione, Mauro Zanin, presidente del Consiglio regionale del Friuli - Venezia Giulia, Emma Petitti, presidente dell'Assemblea legislativa dell'Emilia-Romagna. Interveranno anche, con un videomessaggio, Gustavo Matos Expósito, presidente del Parlamento des Las Islas Canarias (Spagna) e presidente della Calre (Conferenza delle Assemblee legislative delle regioni dell'Ue), Klaus Schlie, presidente del Landtag dello Schleswig Holstein (Germania) e Karl Freller, vicepresidente del Landtag della Baviera (Germania). (USEF)