DICHIARAZIONE DEI PRESIDENTI CHARLES MICHEL E URSULA VON DER LEYEN, CON IL SOSTEGNO DELLA PRESIDENZA CROATA, SUL DIVIETO DI VIAGGIO DECISO DAGLI STATI UNITI IN RELAZIONE ALLA COVID-19

Il coronavirus è una crisi mondiale: non si limita a un continente e richiede cooperazione piuttosto che azioni unilaterali. L'Unione europea disapprova il fatto che la decisione degli Stati Uniti di imporre un divieto di viaggio sia stata adottata unilateralmente e senza consultazione. L'Unione europea sta adottando misure incisive per limitare la diffusione del virus. Punti chiave della plenaria: situazione Coronavirus, bilancio UE, immigrazione Durante la sessione plenaria in forma ridotta, i deputati hanno discusso la risposta europea all’epidemia, le tensioni al confine fra Grecia e Turchia e il bilancio dell’UE CORONAVIRUS La sessione plenaria si è svolta a Bruxelles ed è stata ridotta a un solo giorno, a causa delle limitazioni sanitarie precauzionali imposte dalla diffusione del Coronavirus. I deputati hanno discusso la diffusione della malattia COVID-19 con i rappresentanti di Commissione europea e Consiglio martedì mattina, sottolineando il bisogno urgente di rallentare la diffusione in tutta Europa. Hanno anche invocato la solidarietà fra i paesi europei e la necessità di fondi per la ricerca contro i virus.

BILANCIO UE A LUNGO TERMINE

Nel dibattito sul vertice europeo di febbraio, durante il quale i leader europei non sono riusciti a raggiungere un accordo sul bilancio a lungo termine dell’UE, gli eurodeputati hanno criticato la proposta portata avanti dal Presidente Charles Michel come poco ambiziosa e avvisato che non approveranno un cattivo accordo per il bilancio europeo dei prossimi sette anni.

CONFINE FRA GRECIA E TURCHIA

L’Unione europea deve farsi avanti e sostenere la Grecia nei suoi sforzi per gestire il confine con la Turchia, hanno detto gli eurodeputati nel dibattito sulla situazione dei migranti e richiedenti asilo bloccati al confine. In molti hanno anche ricordato che non si può ripetere la crisi del 2015: bisogna aggiornare le regole comuni per il diritto di asilo.

DIRITTI DELLE DONNE E UGUAGLIANZA

All’inizio della sessione i deputati hanno accolto con approvazione la nuova Strategia per l’uguaglianza di genere annunciata dalla Commissione europea, ma hanno anche sottolineato la necessità di azioni concrete: “i diritti delle donne non sono un’opzione, sono un dovere ed è possibile realizzarli con la volontà politica” ha detto la vice-Presidente del Parlamento Mairead McGuinness.