APPROVATO EMENDAMENTO SU CONTINUITA’ TERRITORIALE PER LA SICILIA, SUDANO: “SICILIANI NON SARANNO PIU’ CITTADINI DI SERIE B”

“La continuità territoriale per la Sicilia è realtà. Dopo anni di lotte, insieme al deputato Luca Sammartino all’Assembela Regionale Siciliana, finalmente ci siamo riusciti. E’ una grande vittoria.

I siciliani non saranno più cittadini di serie B”. Lo afferma Valeria Sudano, senatrice di Italia Viva, prima firmataria dell’emendamento, approvato ieri sera dalla Commissione Bilancio del Senato, che garantirà ai siciliani lo stesso diritto alla mobilità che è attualmente applicato alla Regione Sardegna. “Finalmente sarà possibile bandire gare, nel rispetto delle regole comunitarie - prosegue la Sudano - per l’assegnazione di tratte agevolate per l’intero territorio siciliano. E’ una misura strutturale che riguarda tutti i siciliani, non solo alcune categorie, come previsto dalle tariffe sociali, che saranno applicate per il 2020, e che assicura il diritto alla mobilità sostenibile. Le gare saranno gestiste dal Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti che valuterà quali rotte saranno agevolate. Si è tentato più volte di arrivare a questo risultato e finalmente la Sicilia avrà la stessa misura di perequazione della Sardegna sul trasporto aereo. E’ l’acquisizione di un diritto che attendevamo da tempo e che finalmente è realtà”. “Ringrazio tutti coloro che hanno firmato la nostra petizione sostenendoci in questa giusta battaglia - conclude la senatrice -. Ringrazio Matteo Renzi che ci ha creduto, il nostro capogruppo Davide Faraone e tutti colleghi di Italia Viva che in Senato hanno combattuto insieme a me per assicurare ai siciliani una mobilità sostenibile economicamente”. (USEF)

SICILIA. LUPO: GRAZIE A RESPONSABILITÀ PD APPROVATA PROROGA PER LAVORATORI PRECARI ENTI LOCALI

“Abbiamo dato una risposta importante ai tanti lavoratori precari che lavorano negli enti locali siciliani, approvando una norma che permette di prorogare per tutto il 2020 i contratti in scadenza il prossimo 31 dicembre. Le proroghe potranno essere attivate anche dai comuni in difficoltà finanziarie, quelli in stato di ‘dissesto’ e di pre-dissesto’”. Lo dice Giuseppe Lupo, capogruppo del PD all’Ars e relatore del ddl 617 “stabilizzazione del personale precario appartenente agli enti locali” approvato oggi in aula ad unanimità (41 voti a favore). “Era doveroso dare garanzie alle migliaia di precari che da anni lavorano nei comuni – aggiunge Lupo - svolgendo funzioni importanti all’interno delle amministrazioni al servizio dei cittadini”. “In questa occasione il Partito Democratico ha lavorato con grande senso di responsabilità – aggiunge Lupo – prima garantendo il numero legale in commissione Affari istituzionali, e poi chiedendo ed ottenendo una procedura d’urgenza per approvare già oggi il ddl in aula. In questo percorso abbiamo riscontrato la volontà del governo e delle altre forze politiche di esitare rapidamente il testo. Naturalmente – conclude Lupo - il nostro impegno continua affinché si possa arrivare alla definitiva stabilizzazione dei lavoratori. Obiettivo per il quale, però, serve l’impegno finanziario della Regione che deve essere garantito dal governo Musumeci”. (USEF)

IL PRESIDENTE MATTARELLA HA INAUGURATO LA MOSTRA "NATIVITÀ. L’ARTE DEL PRESEPE DELLA VAL GARDENA"

Il Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, ha inaugurato la mostra "Natività. L’arte del presepe della Val Gardena", che sarà aperta al pubblico nella Palazzina Gregoriana del Quirinale, dal 13 dicembre 2019 al 5 gennaio 2020. L'esposizione, opera degli artisti e scultori Filip Moroder Doss e Thomas Comploi, è incentrata su un grande presepe ligneo interpretato in una originale chiave moderna che consente ai visitatori di entrare nello spazio della scena sacra. La Natività esposta al Quirinale si collega alla tradizione del presepe in Val Gardena, da sempre legata a quella della lavorazione artigianale del legno, tanto importante in questa valle quanto in tutto il Trentino Alto Adige. Erano presenti all'inaugurazione il Ministro per i beni e le attività culturali e per il turismo, Dario Franceschini, il Vice Presidente della Provincia Autonoma di Bolzano con delega per la Cultura Ladina, Daniel Alfreider e una rappresentanza di sindaci della Val Gardena. Giorni di apertura: dal 13 al 17 dicembre: l’accesso all'esposizione è compreso nell’ambito della visita al Palazzo del Quirinale con gli stessi orari e modalità nei giorni di martedì, mercoledì, venerdì, sabato e domenica. dal 19 dicembre 2019 al 5 gennaio 2020: 19, 20, 21, 22, 23, 27, 28, 29, 30 dicembre 2019 e 2, 3, 4, 5 gennaio 2020, con orario dalle 10.00 alle 16.00 (ultimo ingresso ore 15.00) Dal 19 dicembre al 5 gennaio l’accesso all'esposizione non comprende la visita al Palazzo del Quirinale. L'accesso alla mostra è gratuita, previa prenotazione obbligatoria al costo di € 1,50. Occorre prenotarsi con le seguenti modalità: on line sul sito http://palazzo.quirinale.it, tramite Call Center, tel. 06 39.96.75.57, o presso l'Infopoint, salita di Montecavallo 15. (USEF)

DECRETO SULLA QUALITÀ DELL’ARIA, APPROVAZIONE DEFINITIVA

La Camera, con 305 voti favorevoli e 215 contrari, ha votato la questione di fiducia posta dal Governo sull'approvazione, senza emendamenti ed articoli aggiuntivi, dell'articolo unico del disegno di legge di conversione in legge, con modificazioni, del decreto-legge 14 ottobre 2019, n. 111, recante misure urgenti per il rispetto degli obblighi previsti dalla direttiva 2008/50/CE sulla qualità dell'aria e proroga del termine di cui all'articolo 48, commi 11 e 13, del decreto-legge 17 ottobre 2016, n. 189, convertito, con modificazioni, dalla legge 15 dicembre 2016, n. 229 (Approvato dal Senato) (C. 2267), nel testo della Commissione, identico a quello approvato dal Senato. Dopo la trattazione degli ordini del giorno, l'Assemblea ha approvato in via definitiva il provvedimento. Successivamente la Camera ha respinto le questioni pregiudiziali Maccanti n. 1 e Gelmini n. 2 presentate al disegno di legge di conversione in legge del decreto-legge 2 dicembre 2019, n. 137, recante misure urgenti per assicurare la continuità del servizio svolto da Alitalia - Società Aerea Italiana S.p.A. e Alitalia Cityliner S.p.A. in amministrazione straordinaria (C. 2284). (USEF)

PATRIMONIO EDILIZIO, L’IMPATTO DELLE MISURE DI INCENTIVAZIONE. PUBBLICATO RAPPORTO SERVIZIO STUDI CAMERA - CRESME

E' stato presentato oggi nella riunione dell'ufficio di presidenza della Commissione Ambiente, il rapporto dal titolo "Il recupero e la riqualificazione energetica del patrimonio edilizio: una stima dell'impatto delle misure di incentivazione", predisposto dal Servizio Studi della Camera in collaborazione con il Cresme. Il documento fornisce una stima, aggiornata al 2019, dell'impatto delle detrazioni fiscali per il recupero e la ristrutturazione edilizia e la riqualificazione energetica del patrimonio edilizio. Il documento è pubblicato a questo link: https://temi.camera.it/leg18/dossier/OCD18-13087/il-recupero-e-riqualificazione-energetica-del-patrimonio-edilizio-stima-impatto-misure-incentivazione-5.html(USEF)

PIAZZA FONTANA, CASELLATI DEDICA UN MINUTO DI RACCOGLIMENTO IN SENATO: “FU ATTACCO FRONTALE ALLA DEMOCRAZIA, OGGI È UN DOVERE DESECRETARE GLI ATTI”

"Il 12 dicembre del 1969 un vile attentato terroristico colpì la Banca Nazionale dell'Agricoltura di Milano. Le vittime di quella che è passata tristemente alla storia come la strage di piazza Fontana furono 17, alle quali vanno aggiunti 88 feriti. Si trattò di un vero e proprio attacco frontale alla democrazia italiana, completato con tre ordigni che esplosero nei minuti successivi a Roma, causando ulteriori 16 feriti. Da quel giorno il Paese conobbe il buio degli anni di piombo, dell'eversione, dell'attacco sovversivo allo Stato di diritto. Nei 50 anni che ci separano da piazza Fontana il terrorismo stragista è stato sconfitto, grazie ad una unità di intenti che ha visto cittadini, corpi intermedi e istituzioni difendere a tutti i livelli la democrazia. Nei 50 anni che ci separano da piazza Fontana è mancata però la possibilità di accertare i fatti e le responsabilità. Nessun esecutore materiale, depistaggi e distorsioni hanno negato la giustizia alle vittime, ai loro familiari, all'intero Paese. È per questo che nei loro confronti le istituzioni hanno ancora oggi un debito di verità: onorare questo debito - anche procedendo con solerzia alla desecretazione degli atti, come stiamo facendo con il Presidente Fico -, significa onorare i principi cardine della Repubblica e i valori del nostro vivere civile. Invito i senatori ad un minuto di raccoglimento". Così oggi il Presidente del Senato ha aperto l'aula invitando i senatori a un minuto di raccoglimento nel giorno del 50esimo anniversario della strage di Piazza Fontana. (USEF)