Cronache del Palazzo

RICEVUTO IN SICILIA L'AMBASCIATORE DI ISRAELE NAOR PALERMO - Il presidente della Regione siciliana, Rosario Crocetta, ha ricevuto a Palazzo d'Orleans l'ambasciatore di Israele in Italia S.E. Naor Gilon.

MATTARELLA: QUIRINALE APERTO ALLE VISITE TUTTI I GIORNI ROMA - "Ho disposto che il Quirinale sia, entro breve tempo, aperto alle visite tutti i giorni”. Ad annunciarlo il Presidente della Repubblica Sergio Mattarella che oggi ha inaugurato al Palazzo del Quirinale la mostra “Il Principe dei sogni. Giuseppe negli arazzi medicei di Pontormo e Bronzino”.

CROCETTA: ‘IL PEGGIO È PASSATO, TANTI PROFETI DI SCIAGURE. IL PIL… Rosario Crocetta ce l’ha con i gufi ed i profeti di sciagure. “C’è una inversione di marcia nel trend dell’economia siciliana, se ne prenda atto”.

MATTARELLA NELLA SUA PALERMO DA PRESIDENTE, CON VOLO DI LINEA  Palermo - (askanews) - Tornato per la prima volta a Palermo dopo l'elezione al Quirinale, Sergio Mattarella ha scelto per prima cosa di rendere omaggio alla moglie Marisa, al fratello Piersanti e al padre Bernardo, sepolti nel piccolo cimitero di Castellammare del Golfo.

RENZI: AVANTI CON LE RIFORME ABBIAMO I NUMERI Roma - “Ho sempre detto che voglio fare accordi con tutti e che non ci facciamo ricattare da nessuno. Perché i numeri ci sono anche senza di loro. Spero che dentro Forza Italia prevalgano il buon senso e la ragionevolezza, ma su legge elettorale e riforma Senato andremo avanti”.

SLOGAN, UOVA E ORTAGGI CONTRO SALVINI (ANSA) - PALERMO - 'Salvini suca'', ''leghisti politici ladri'', ''Palermo non perdona'', ''Valigia di cartone fa rima con terrone'', ''Noi non dimentichiamo gli insulti contro la Sicilia''. Sono le scritte sui cartelli tenuti da circa 200 persone, gran parte giovanissime, fermate da un muro di carabinieri in assetto antisommossa che hanno protestato a cento metri dall'hotel delle Palme,

QUIRINALE – NAPOLITANO: EMIGRARE NON DIVENTI UN OBBLIGO Roma - Emigrare all'estero non può essere una scelta obbligatoria, servono più fondi per la ricerca. A dirlo è il Presidente della Repubblica, Giorgio Napolitano, che venerdì ha risposto alla lettera inviatagli Cosimo Lacava, ricercatore 32enne trasferitosi in Inghilterra non trovando sbocchi professionali e scientifici in Italia.