Unione Siciliana Emigranti e Famiglie

Unione Siciliana Emigranti e Famiglie

Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
CRONACA DALLA SICILIA 13 NOVEMBRE 2017 PDF Stampa E-mail
Scritto da redazione   
Lunedì 13 Novembre 2017 21:07
CALTANISSETTA, CONSULTA COMUNALE FEMMINILE: ELETTI SOLO UOMINI COME REFERENTI DEL 3° SETTORE “Giorno 10 novembre presso la Casa delle Culture e del Volontariato “Letizia Colajanni” sono stati eletti i Referenti del Terzo Settore da inserire nel Gruppo di piano del Distretto socio sanitario 8 di Caltanissetta ex L. 328 del 2000. Il Gruppo di piano è l’organo di studio e programmazione “preposto all’attuazione di tutti i provvedimenti propedeutici alla redazione del PdZ (Piano di Zona), nonché alla gestione dello stesso.” (Indice Ragionato per la stesura del Piano di Zona) i sei eletti sono tutti uomini. Se consideriamo l’ambito del volontariato, in Sicilia le donne che prestano la loro opera nelle associazioni sono il 58% contro il 42% degli uomini, inoltre le donne dedicano a tali attività un numero di ore settimanali superiori a quelle dei volontari maschi, con una media di 18,5 ore contro le 15,4 ore di questi ultimi. Ma le donne sono penalizzate all’interno delle organizzazioni trovandosi in posizioni di minor prestigio e il potere decisionale continua a essere nelle mani degli uomini, 7 dirigenti su 10 sono maschi. Ed ecco svelato l’arcano. Lo stesso dicasi degli altri due ambiti, Associazioni di Promozione Sociale e Cooperative Sociali. L’Assemblea che ha eletto i suoi rappresentanti non è stata in grado di comprendere che la presenza delle donne in qualsiasi luogo della rappresentanza è un valore aggiunto, ma, è stato detto: ”Il Gruppo piano è la struttura tecnica di riferimento per i Comuni che compongono ogni Distretto socio-sanitario”, intendendo con ciò sia ridimensionare il ruolo della rappresentanza sia annullare la differenza di genere con la presunzione che purché capaci e preparati uomini e donne sono uguali. Altra perla di saggezza “Gli eletti non rappresentano né la propria associazione né il loro settore, ma tutto il terzo settore” quindi, ancora una volta, uomini e donne sono uguali, ma, visto il risultato, gli uomini sono più uguali delle donne. Voglio ricordare che se il Distretto socio-sanitario di Caltanissetta è in dirittura di arrivo per la costituzione del Nodo distrettuale D8 per il contrasto e la prevenzione della violenza di genere, ciò si deve alla forte e competente presenza nel Gruppo piano precedente di una donna , la dott.ssa Anna Giannone, che è stata in grado di promuovere una azione positiva per la sicurezza e la vita di tutte e tutti. In qualità di Coordinatrice della Consulta Comunale Femminile esprimo l’insoddisfazione per la scelta effettuata e il rammarico per l’importante occasione perduta; naturalmente mi auguro che il Gruppo di piano possa raggiungere i risultati sperati, ma il suo lavoro sarà comunque privo di un punto di vista della metà e più delle persone che vivono nel territorio di sua competenza, anche perché tutti i Sindaci,il rappresentante dell’ASP e il funzionario che lo compongono sono uomini. Molto resta da fare per un reale e proficuo riequilibrio dei generi e la Consulta femminile si impegna a continuare il suo lavoro in tal senso con tenacia e determinazione.” La Coordinatrice Loredana Rosa - http://www.lagazzettanissena.it
 
FIRMATA DAL SINDACO TOSCANO LA CONVENZIONE CHE PORTA AD ERICE UN FINANZIAMENTO DA 2 MILIONI DI EURO
 
A Brescia, nella splendida sede del Salone Vanvitelliano di Palazzo Loggia, è stata firmata oggi dal sindaco di Erice Daniela Toscano, alla presenza del Sottosegretario di Stato, Maria Elena Boschi, la convenzione con gli altri 45 sindaci dei comuni beneficiari del finanziamento del «Piano Nazionale per la riqualificazione sociale e culturale delle aree urbane degradate». Si tratta di un progetto presentato a suo tempo dall’amministrazione del sindaco uscente, oggi presidente del consiglio comunale di Erice, Giacomo Tranchida, che nella graduatoria di merito con cui sono stati individuati i progetti da inserire nel Piano, si è collocato al 17° posto della graduatoria nazionale su circa 350 amministrazioni comunali partecipanti. L’importo complessivo del finanziamento sarà di circa 2 milioni di euro ed è previsto un ulteriore intervento di rigenerazione urbana all’interno della ZFU ericina con nuova viabilità, la realizzazione centro polivalente (centro anti violenza, coworking, fablab, ambulatorio di quartiere ecc), orti sociali, ulteriori interventi su palazzine IACP, efficientamento energetico della pubblica illuminazione. Presente a Brescia, assieme al sindaco Daniela Toscano, anche l’Assessore alle grandi opere, Gianni Mauro, che ha curato le procedure relative al finanziamento del progetto. http://www.lagazzettatrapanese.it
 
MARSALA: CLAMOROSI ERRORI NEGLI AVVISI PER IL PAGAMENTO DI ICI E IMU
 
Immobili inesistenti o venduti da parecchi anni e attributi ai proprietari precedenti. Sono alcuni dei macroscopici errori riscontrati negli avvisi di accertamento per il pagamento dell’Ici e dell’Imu 2011-2012, inviati dal Comune ai cittadini marsalesi. A intervenire è la Camera del lavoro di Marsala che dopo le segnalazioni dei contribuenti, cui è seguita una analisi delle cartelle attraverso l’archivio dell’agenzia delle entrate settore catasto urbano, ha constatato la presenza di numerosi errori inseriti negli avvisi. Alcuni immobili sono, infatti, stati inseriti due volte con il foglio e le particelle uguali, ma con sub differenti e totalmente inesistenti o, ancora, figurano immobili inseriti in particelle soppresse da diversi anni o già venduti ma assegnati agli ex proprietari. “Per evitare ulteriori problemi ai contribuenti – dice Piero Genco segretario della Camera del lavoro di Marsala – chiediamo al Comune di annullare le cartelle e, dopo attenta verifica dell’ufficio addetto, l’invio di un nuovo avviso per i contribuenti realmente morosi”. http://www.lagazzettatrapanese.it AL
 
VIA IL CONCORSO FOTOGRAFICO “FOTOGRAFA LA SETTIMANA SANTA DI AGRIGENTO”
 
Accanto ai riti della Settimana Santa nel comune di Agrigento si inserisce il concorso fotografico per professionisti e amatori, organizzato dal Centro per le Comunicazioni e la Cultura e l’ufficio BBCCEE della Curia di Agrigento con le associazioni “Koinè” e “Din24” .Il concorso fotografico “Settimana Santa ad Agrigento” nasce con l’intento di mettere in luce la spiritualità dei rituali religiosi legati alla settimana santa e alle festività pasquali di Agrigento. L’arte della fotografia sarà chiamata a raccontare la solennità delle tradizioni pluricentenarie appartenenti alla nostra città e perpetrate con religiosa devozione dalla Curia e dalle confraternite. Attraverso il concorso fotografico si offrirà a tutti i partecipanti la possibilità di raccontare, attraverso gli obiettivi fotografici, i momenti salienti, i dettagli, i volti e le emozioni della Passione di Cristo. Il concorso è aperto a tutti e la partecipazione è gratuita, avrà una durata compresa tra il 9 e il 20 aprile (ore 00h00) data entro cui bisognerà inviare le immagini. Le fotografie, dovranno essere inviate alla seguente mail: Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo. http://www.lagazzettaagrigentina.it
 
A PALERMO IL PREMIO "GIORGIO LA PIRA" PER L'ACCOGLIENZA E IL DIALOGO FRA POPOLI
 
La città di Palermo ha ricevuto il premio "La Pira", per il contributo dato al dialogo fra i popoli e le culture. Il riconoscimento è stato consegnato al sindaco Leoluca Orlando dal suo omologo di Firenze Dario Nardella, in occasione di "Unity in Diversity": la conferenza internazionale dei sindaci provenienti da oltre 40 paesi e riunitisi - ieri a Firenze ed oggi in Vaticano - per discutere dei temi che caratterizzano la vita delle città nel terzo millennio. Questa edizione, in particolare, è focalizzata sul dialogo interculturale e interreligioso nel Mediterraneo, nel 40esimo anniversario della morte di Giorgio La Pira. "Alla Palermo - ha detto Nardella, leggendo la motivazione - per la sua storia millenaria che ne fa una delle capitali più importanti e resilienti del Mediterraneo, per il recente impulso all’innovazione tecnologica nei servizi e per le iniziative, anche internazionali, volte a migliorarne la sicurezza, come Safer Cities, di cui il sindaco Orlando è divenuto co-presidente nel 2015, con responsabilità per Europa e Africa". Un altro riconoscimento è andato alla città marocchina di Fez (premio ritirato dal sindaco El Azami El Idrissi). "Come capoluogo della Regione che ha dato i natali al sindaco La Pira - ha aggiunto Nardella - e per lo spirito di accoglienza e tolleranza con cui la città ha saputo affrontare il crescente flusso di migranti che ha recentemente interessato anche Palermo almeno quanto altre città del Sud d’Italia. Infine, anche la sua designazione a capitale della cultura italiana per il 2018 insieme al recente inserimento del percorso arabo-normanno di Palermo nel patrimonio Unesco testimoniano la vitalità e la ricchezza culturale di una delle più antiche capitali del Mediterraneo, che ne incarna così lo spirito e le caratteristiche più pregnanti: crocevia di popoli, tradizioni, culture e commerci che si fondono e si rinnovano, generando ogni volta una convivenza diversa e arricchita dalle esperienze passate". Ricevendo il premio, Orlando ha sottolineato che "così come Giorgio La Pira era considerato eretico nel suo tempo, quando in piena guerra fredda viveva e promuoveva una vita senza muri e barriere fra i popoli, così Palermo, con la sua Carta che pone al centro la persona umana e il suo diritto alla mobilità, è apparsa eretica. Una presunta eresia che oggi sta facendo breccia nella cultura, nel sentire e nell'operato dei sindaci e degli amministratori, come dimostrato da questo premio che conferma la nostra dimensioni internazionale ed interculturale". )fonte: www.palermotoday.it)