Unione Siciliana Emigranti e Famiglie

Unione Siciliana Emigranti e Famiglie

Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
CRONACA DALLA SICILIA 11 NOVEMBRE 2017 PDF Stampa E-mail
Scritto da redazione   
Domenica 12 Novembre 2017 08:33
ENNA: SI PRESENTA DOMENICA LA SETTIMA EDIZIONE DI “VOCI DI SICILIA”
Sarà presentata in conferenza stampa domenica 12 Novembre, alle ore 11 all’Hotel Federico II, la settima edizione della rassegna di teatro comico “Voci di Sicilia” che prenderà il via il prossimo 25 Novembre al Teatro Garibaldi di Enna. Un cartellone che si preannuncia ricco di appuntamenti che, secondo le anticipazioni del direttore artistico della Cooperativa Olimpo, Peppe Truscia (foto), porterà nel capoluogo ennese nomi del teatro nazionale e regionale di primissimo piano. Alla conferenza stampa di domenica, oltre al patron della rassegna Peppe Truscia, saranno presenti esponenti dell’amministrazione comunale e i rappresentanti di alcune compagnie teatrali che saranno i protagonisti del cartellone. http://www.lagazzettaennese.it
 
FONDI PER NUOVE ROTTE A COMISO: ACCORDO SINDACI
 
I sindaci iblei oltre hanno firmato la convenzione per l’’utilizzo dei fondi ex Insicem per promuovere il territorio sui vettori che utilizzano l’aeroporto di Comiso. I fondi sono destinati, infatti, all’ampliamento delle rotte ed alla promozione anche con la presenza pubblicità all’interno degli aeromobili. La ripartizione delle quote della pubblicità è stata fissata sulla base delle presenze rilevate dall’Assessorato regionale al Turismo. Ragusa è in testa per numero di presenze, seguita da Modica, che avrà il 29 per cento degli spazi. In sede di riunione il sindaco di Modica, Ignazio Abbate, ha proposto di destinare una quota consistente della tassa di soggiorno introitata dai singoli comuni per incentivare le compagnie aeree a scegliere Comiso quale loro destinazione. La proposta sarà formalizzata in un accordo specifico nel corso della riunione che si terrà la prossima settimana. (fonte: corrierediragusa.it - Duccio Gennaro)
 
LUNEDĂŚ INCONTRO TRA CONFCOMMERCIO E NEO DEPUTATI REGIONALI PER FIRMARE IL PATTO CON SIRACUSA
 
All’indomani delle elezioni politiche regionali, Confcommercio chiede a nome delle attività produttive una presa di impegno per la crescita del territorio. Si terrà il prossimo lunedì 13 novembre alle 10 nella sede di Confcommercio Siracusa, in via Laurana, l’incontro tra il Consiglio dell’associazione e la nuova rappresentanza regionale dalla provincia di Siracusa in forza all’Ars. L’istanza di Confcommercio di ascoltare e sottoscrivere un Patto vuole assicurare alla città di Siracusa la destinazione di risorse e l’attuazione di un indirizzo politico che ne garantiscano la crescita su alcuni punti nodali per il benessere di qualsiasi comunità: Trasporti e mobilità; Accoglienza e servizi; Fomazione e Bandi europei e Sanità privata. La richiesta di impegno arriva a pochi giorni dalla conclusione delle elezioni politiche siciliane che hanno visto trionfare alla presidenza l’On. Nello Musumeci, della coalizione di centro-destra. Il programma pensato dall’associazione di categoria più rappresentativa del territorio è frutto di un costante dialogo con le imprese, le cui istanze spesso disattese rimangono alla fine sempre le stesse e, se ascoltate e tradotte in azioni concrete, genererebbero un’utilità ben più ampia e a vantaggio della comunità intera. I punti programmatici verranno sottoposti all’attenzione dei 5 deputati neoeletti nella nostra provincia: Pippo Gennuso (Idea Sicilia), Stefano Zito e Giorgio Pasqua (M5S), Rossana Cannata (FI) e Giovanni Cafeo (PD). Al termine dell’incontro ognuno dei neodeputati sarà chiamato a sottoscrivere un Patto con Siracusa, allo scopo di stabilire una modalità di lavoro comune e coordinata. Confcommercio, dal canto suo, metterà a disposizione di tutti la sua esperienza nei settori previsti dal Patto, alla luce delle sue ultime iniziative portate avanti, come la partecipazione al bando Uia per quanto riguarda in particolare il settore Trasporti e mobilità o come l’istituzione presso la propria sede di uno sportello Innovazione, che, ormai da qualche mese, avvalendosi di esperti professionisti, offre assistenza alle aziende che vogliono espandersi, godendo degli aiuti economici che l’Ue destina nell’ambito dei Po Fesr. “Auspichiamo di creare un tavolo permanente, capace di creare e presentare ogni trimestre progetti e iniziative per il mero sviluppo del territorio” – così ha dichiarato il presidente di Confcommercio, Sandro Romano, alla vigilia di questo incontro. (fonte: siracusanews.it)
 
FONDI EUROPEI PER SITI CULTURALI. PROGETTI ENTRO FEBBRAIO PER OTTENERLI
 
Devono presentarli gli enti titolari di 10 siti culturali nel Comune di Messina e altri 8 in provincia. Disponibili fino a 400mila euro Il bando sarà pubblicato in Gazzetta Ufficiale regionale entro fine mese. Da quella data ci saranno 60 giorni per presentare i progetti. Un’occasione da non perdere per gli enti titolari di 10 siti culturali nel Comune di Messina e altri 8 in provincia, ammessi a finanziamento europeo nel Po Fesr Sicilia 2014-2020.
A MESSINA la Galleria Vittorio Emanuele, il Teatro, il percorso monumentale di Capo Peloro e il fortino degli Inglesi, la cripta della Cattedrale, la chiesa di San Francesco, la tomba a camera di Largo Avignone, il Museo Annibale Maria di Francia e il Museo Diocesano, gli ultimi due inseriti dall’Amministrazione perché, stando ai dati Istat, hanno fatto registrare oltre 10 mila visitatori all’anno.
IN PROVINCIA, invece, hanno ottenuto il riconoscimento il Museo dei valori cristiani di Lipari, l’ex chiesa di Sant’Anna al capo di Malfa, la cittadella Fortificata di Milazzo, il villino liberty e l’ex stazione ferroviaria di Barcellona, il museo Santi Furnari di Tripi, il museo delle ceramiche di Patti, il cimitero vecchio Piano Elia di Santo Stefano di Camastra, infine il Calvario e il castello di Tusa. Il bando per l’accesso al finanziamento per la tutela, valorizzazione e messa in rete del patrimonio culturale, materiale e immateriale, nelle aree di attrazione e rilevanza strategica per promuovere processi di sviluppo è in rete sul sito dell’Assessore regionale ai beni culturali dallo scorso 6 novembre e consente di ottenere fino a 300 mila euro per gli interventi strutturali, fino a 100 mila euro per l’innovazione tecnologica. “Sono risorse importanti che si liberano per la valorizzazione dei luoghi della cultura che hanno ottenuto il riconoscimento, in particolare per quei siti che rientrano nel percorso Unesco. Risorse finalizzate specificatamente ad aumentare l’afflusso dei fruitori e dei visitatori. Gli uffici regionali hanno spinto sull’acceleratore per non perdere la possibilità di accedere a questi canali di finanziamento Po Fesr Sicilia 2014-2020, essenziali perché l’immenso patrimonio culturale siciliano cominci a produrre veramente reddito – commenta l’assessore regionale Aurora Notarianni – Ora tocca agli enti titolari dei siti non perdere l’opportunità, presentando per tempo progetti di valore”. Sarà quindi possibile pensare ora a come attrarre più visitatori, mettere in sicurezza e rendere meglio fruibile, o ancora varare progetti di fruizione multimediale e acquisire dotazioni tecnologiche, per i 18 siti in questione. La programmazione sugli attrattori turistici di non stretta titolarità regionale che attinge all’Asse 6, intervento 6.7 della Programmazione Europea 2014-2020, mette a disposizione più di 4 milioni di euro complessivi per tutti i siti inseriti nel sistema Unesco e ai 6 siti della Sicilia occidentale, come i parchi di Segesta e Selinunte. (fonte: tempostretto.it)