L'ADDIO DI DI MAIO: "UNO NON VALE L'ALTRO. OGGI UNA SCELTA CHE NON AVREI IMMAGINATO"

Il ministro degli Esteri: "dovevamo scegliere da che parte stare della storia". Il nuovo partito si chiamerà 'Insieme per il Futuro'. "quella di oggi è una scelta sofferta che non avrei mai immaginato di fare"

"Una forza politica matura dovrebbe aprirsi al confronto, al dialogo e all'esperienza maturata dentro alle istituzioni, che in certi casi ci ha fatto capire che alcune posizioni del passato erano sbagliate. Ma è successo esattamente il contrario, si è cercato solo di isolare le idee degli altri". Lo ha detto il ministro degli Esteri Luigi Di Maio in una conferenza stampa dopo aver lasciato il M5s. "Mi sono interrogato a lungo sul percorso che il M5s ha deciso di intraprendere, un pecorso che guarda al passato, ci siamo ancorati a vecchi modelli. Era necessario aprirsi al confronto. In questi giorni alcuni di noi sono stati messi di fronte a un bivio, scegliere tra le posizioni del proprio partito e la statura e la credibilità dell'Italia. Noi non abbiamo avuto dubbi da che parte stare. Ognuno di noi dovrebbe considerare la politica come una missione" ha aggiunto Di Maio. "Voglio dire grazie al M5s per tutto quello che ha fatto per me, sono anche convinto di aver ricambiato dando il massimo per il Movimento in tutti questi anni. Sono stati anni intensi, ricchi di emozioni, successi ma anche grandi sofferenze e quella di oggi è una scelta sofferta che non avrei mai immaginato di fare. Oggi io e tanti colleghi e amici lasciamo il M5s, quella che da domani non sarà più la prima forza politica in Parlamento. Da oggi inizia un nuovo percorso, con persone che hanno scelto di guardare al futuro. Abbiamo bisogno di aggregare le migliori capacità e talenti di questo Paese perché uno non vale l'altro" ha concluso Di Maio. (FONTE: Agenzia Italia)

IL PRESIDENTE MATTARELLA HA INCONTRATO UNA RAPPRESENTANZA DELLA GUARDIA DI FINANZA

Il Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, ha ricevuto al Quirinale il Gen. C.A. Giuseppe Zafarana, Comandante Generale della Guardia di Finanza, con una rappresentanza di appartenenti al Corpo, in occasione del 248° anniversario di costituzione della Guardia di Finanza. Roma, 21/06/2022 (II mandato) (FONTE: sito istituzionale)

SICCITÀ, IL PRESIDENTE MUSUMECI CONVOCA UN VERTICE PER VERIFICARE LA SITUAZIONE IN SICILIA

Presidenza della Regione Una riunione tecnica per fare il punto su eventuali criticità ed emergenze nell'approvvigionamento idrico in Sicilia. L'incontro è stato convocato per domani pomeriggio, alle ore 18 a Palazzo Orléans, a Palermo, dal presidente della Regione Siciliana Nello Musumeci. «La crisi idrica che allarma le regioni del Nord Italia - sottolinea il governatore - per fortuna non presenta gli stessi valori in Sicilia. Tuttavia, dobbiamo essere pronti a qualunque evenienza. Quello che abbiamo fatto in questi cinque anni per far fronte alla penuria d'acqua, nei centri urbani e nelle campagne, non ha precedenti in termini di iniziative e di risorse stanziate». All’incontro prenderanno parte i direttori dei dipartimenti regionali dell’Ambiente, dell’Agricoltura e dell’Acqua e dei rifiuti, il segretario generale dell'Autorità di bacino del distretto idrografico della Sicilia, i vertici dei due Consorzi di bonifica, il direttore della Struttura commissariale contro il dissesto idrogeologico e il capo della Protezione civile regionale. Presidenza della Regione (FONTE: sito istituzionale)

248° ANNIVERSARIO DELLA FONDAZIONE DELLA GUARDIA DI FINANZA, LAMORGESE: PRESIDIO DI LEGALITÀ E TUTELA DELLE LIBERTÀ ECONOMICHE DEI CITTADINI E DELL’ECONOMIA SANA DEL NOSTRO PAESE

21 Giugno 2022 «Nella giornata del 248° anniversario della fondazione della Guardia di Finanza, desidero ringraziare le donne e gli uomini delle Fiamme gialle per l'impegno quotidiano profuso, insieme alle altre Forze di polizia, al fine di garantire la sicurezza di tutti i cittadini», ha dichiarato il ministro dell’Interno, Luciana Lamorgese. «Presidio di legalità contro le aggressioni criminali, la Guardia di Finanza – ha sottolineato la titolare del Viminale – esprime, nello svolgimento delle delicate funzioni assegnate anche a tutela dell’economia del nostro Paese, livelli altissimi di professionalità e competenza al servizio delle nostre comunità». «Gli eccellenti risultati conseguiti – ha proseguito la titolare del Viminale - sono fondamentali per prevenire e contrastare i tentativi di infiltrare il tessuto economico e sociale, che possono condizionare la ripresa economica dell’Italia, impegnata a investire nel modo più efficace e nel rispetto della legalità i fondi del Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza». «Grazie alla intensa attività della Guardia di Finanza, lo Stato assicura la sua presenza a fianco dei cittadini e delle imprese, consolidando la fiducia nei confronti delle Istituzioni», ha concluso il ministro Lamorgese. (FONTE: sito istituzionale)

PARTECIPAZIONE DEL MINISTRO DI MAIO AL CONSIGLIO AFFARI ESTERI

Il Ministro degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale Luigi Di Maio parteciperà, domani 20 giugno 2022, alla riunione del Consiglio dei Ministri degli Affari Esteri dell’Unione europea che si terrà a Lussemburgo. A margine del Consiglio Affari Esteri, il Ministro Di Maio co-ospiterà assieme al Ministro degli Affari Esteri finlandese, Pekka Haavisto, una prima colazione di lavoro informale con la partecipazione del Presidente del Comitato Internazionale della Croce Rossa, Peter Maurer, per discutere del ruolo fondamentale giocato dal Comitato – uno dei partner principali della Cooperazione Italiana – nella risposta alle emergenze umanitarie, a cominciare dalla crisi in Ucraina. I lavori del Consiglio prevedono uno scambio di opinioni sui principali temi dell’agenda internazionale, a partire da un dibattito approfondito sui recenti sviluppi dell’aggressione russa contro l’Ucraina, con un particolare focus sul Piano d’Azione dell’UE sulle conseguenze del conflitto, nonché sulla sicurezza alimentare. I 27 avranno quindi uno scambio sulle relazioni bilaterali UE-Egitto, nonché una colazione informale con il Ministro degli Affari Esteri Shoukry, e sul Corno d’Africa. A margine degli incontri, sono previsti incontri bilaterali del Ministro Di Maio. (FONTE: sito istituzionale)