Un progetto a supporto della formazione professionale di cittadini italiani in Scozia e Irlanda del Nord che hanno perso il lavoro a casa del covid. Questo il progetto lanciato dal Comites di Scozia e Irlanda del Nord

grazie ai finanziamenti della Direzione generale per gli italiani all’estero della Farnesina, con il sostegno del Consolato generale ad Edimburgo e la collaborazione della Camera di Commercio e Industria Italiana per il Regno Unito. Nei giorni scorsi è stato dunque pubblicato un bando destinato ai cittadini italiani che hanno perso il lavoro in Scozia o Irlanda del Nord durante la pandemia globale che prevede l’assegnazione di 40 borse di studio (32 in Scozia, 8 in Irlanda del Nord). I vincitori del bando che si iscriveranno a corsi a pagamento di 1/12 mesi presso college convenzionati in Scozia o Irlanda del Nord avranno l’opportunità di ricevere una borsa di studio per coprire l’80% del costo del corso selezionato fino a un massimo di £500 (IVA inclusa). Le iscrizioni rimarranno aperte fino a ottobre 2021 (ma potrebbero essere chiuse anticipatamente se verrà esaurito numero di borse di studio a disposizione). I requisiti per l’ammissione. I partecipanti al bando dovranno essere cittadini di nazionalità italiana iscritti AIRE in Scozia o Irlanda del Nord; avere perso il lavoro in Scozia o Irlanda del Nord a partire dal 1° gennaio 2020; aver identificato un corso professionalizzante a pagamento da 1 a 12 mesi presso un college di Scozia o Irlanda del Nord al quale vogliono iscriversi.