Parma - Il 16 gennaio 2020 il MIUR ha pubblicato un bando di concorso per assistenti di lingua italiana all’estero per l’anno scolastico 2020/2021. Vediamo i requisiti e le modalità di partecipazione.

Ogni anno il Ministero dell’istruzione pubblica un bando di concorso per promuovere uno scambio con alcuni paesi europei per affiancare i docenti di lingua italiana di ruolo nelle scuole estere per contribuire alla conoscenza della lingua e della cultura italiana. Il numero dei posti disponibili sarà reso noto nel corso dell’anno, ma possiamo riportare le disponibilità assicurate da alcuni Paesi europei per il periodo precedente:

• Austria: 36;

• Belgio: 3 (solo lingua francese);

• Germania: 28;

• Irlanda: 7;

• Regno Unito: 6;

• Spagna: 21.

La durata dell’incarico è di otto mesi presso uno o più istituti scolastici e comporta un impegno della durata di 12 ore settimanali. Il compenso dipende del paese di destinazione. Ulteriori informazioni sulle mansioni svolte dall’assistente di lingua italiana sono riportati nell’all.A. Requisiti I candidati, per poter partecipare al concorso, devono possedere i seguenti requisiti:

• cittadinanza italiana;

• aver conseguito entro il 20 febbraio (data di scadenza del bando) un diploma di laurea tra quelli indicati nella Tabella 1 del bando;

• non aver compiuto 30 anni di età;

• non essere già stati assistenti di lingua italiana all’estero;

• idoneità fisica all’impiego;

• non avere un rapporto di impiego o di lavoro con una pubblica amministrazione nel periodo settembre 2020-maggio 2021, ovvero nel periodo d’incarico del bando;

• aver sostenuto almeno 2 esami:

o relativi alla lingua

o letteratura italiana, come indicati nella Tabella 2 del bando,

o relativi alla lingua o letteratura del Paese per il quale si presenta domanda (vedi Tabella 3 del bando).

Riguardo l’ultimo requisito, si precisa che gli esami sostenuti devono indicare il voto. Modalità di presentazione della domanda e graduatorie La domanda di partecipazione al concorso deve essere presentata esclusivamente solo per un Paese, utilizzando l’applicazione disponibile sul sito del MIUR, entro il 20 febbraio 2020. Le graduatorie provvisorie saranno formate per ogni singolo Paese. Successivamente, dopo aver conosciuto il numero effettivo dei posti disponibili, saranno pubblicate le graduatorie definitive e, di conseguenza, i candidati ammessi. (NoveColonneATG)