Finite le vacanze si torna alle normali occupazioni. Anche i COMITES, ripigliano le loro attività nell’intendo di affrontare e risolvere problematiche di vario genere che riguardano le comunità, ma anche il rapporto tra il COMITES e gli organi istituzionali di pertinenza.

Anche nel difficile momento che stiamo attraversando, quando non sappiamo ancora chi sarà il nuovo ministro degli esteri e quale politica verrà messa in campo per le comunità emigrate, è importante che gli organi elettivi di rappresentanza come ci COMITES, facciano sentire la loro voce e mettano in chiaro, al di là delle ideologie, i problemi che assillano le comunità e che abbisognano di soluzioni. Quindi è ora che tutti i COMITES e gli altri organi elettivi, parlamentari compresi, facciano squadra attorno ai problemi degli emigrati, al di là ed al di sopra delle appartenenze politiche. Oggi occorre fare fronte comune per colare vuoti e dimenticanze che in questi ultimi anni colpiscono le comunità emigrate nella totale indifferenza di certa politica. Bando alle scene ed alle spettacolazioni, si facciano strada in maniera sempre più decisa soluzioni accettabili. Qui di seguito riportiamo un primo stralcio della ripresa delle attività di alcuni COMITES. (Salvatore Augello)

ROMA – Settembre è il mese dei nuovi inizi. Non fanno eccezione I Comites che, a onor del vero, non sono mai andati in vacanza. Il primo appuntamento è fissato per sabato 7 settembre, dalle 16.30 alle 18.00, per la riunione del ComItEs Wellington che, convocata dal presidente Sandro Aduso, sarà ospitata dalla Società Dante Alighieri di Auckland, nella sede del Freemans Bay Community Centre. L’incontro, che sarà aperto tanto ai cittadini italiani quanto ai neozelandesi di origine italiana, avrà diversi temi in agenda: dall’approvazione del bilancio preventivo 2020 all’aggiornamento su temi come sicurezza sociale, WHV e corrispondenza tra Ambasciata e CGIE; e poi ancora la presenza del ComItEs al Festival Italiano, un eventuale aggiornamento elezioni Comites e la cancellazione della richiesta di riunione CGIE Paesi Anglofoni a Auckland. Il 12 settembre, invece, appuntamento per l’assemblea ordinaria del Comites di Basile e circoscrizione consolare. Convocata dalla president Nella Sempio, la riunione si terrà, a partire dalle ore 19.30, presso la sala conferenze in Nauenstrasse 71, 4052 Basilea. Sarà trattato il seguente ordine del giorno: approvazione verbale della seduta del 21.06.2019; approvazione del progetto "Commissione Anzianità e Migrazione" da presentare all’attenzione del Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale, quale richiesta di contributo integrativo a valere sul cap.3103/2019; discussione sul processo di assorbimento della Fondazione Ex-Fopras alla Fondazione Ecap della Circoscrizione consolare di Basilea; relazione sulle attività del gruppo giovani GIR di questo Comites e presentazione della prossima iniziativa prevista per sabato 5 ottobre presso il Consolato d’Italia di Basilea; relazione sul Soggiorno Marino del gruppo Terza Età del Comites; varie ed eventuali. È stata infine convocata per venerdì 20 settembre la prossima riunione del Comites di Tel Aviv, in Israele. L’appuntamento è a partire dalle ore 10 presso il Bet Italia in rechov Nachal Soreq 1 a Yafo. All’ordine del giorno temi come l’approvazione del Bilancio preventivo 2020, l’aggiornamento sui progetti speciali e lo sviluppo della rete globale dei giovani italiani. La riunione sarà, come di consueto, aperta al pubblico. (focus\ aise)