CONSIGLIO APPROVA "PACCHETTO" PER RIDURRE RISCHI E RENDERE PIU' FORTE E STABILE SETTORE BANCARIO NELL'AREA

UE  Il Consiglio Europeo ha fatto oggi un significativo passo verso il rafforzamento della unione bancaria. Ha approvato l'accordo raggiunto tra la presidenza e il Parlamento sulle misure chiave

di un pacchetto legislativo globale inteso a ridurre i rischi nel settore bancario dell'UE. "Oggi abbiamo compiuto un passo molto importante verso il completamento dell'Union Banking. Stiamo offrendo misure per rendere le banche europee più forti, più stabili, più resistenti. Le misure creeranno le condizioni di prendere decisioni ambiziose sulla riforma della zona euro." Hartwig Löger, Ministro delle Finanze austriaco, che attualmente detiene la Presidenza del Consiglio Le proposte hanno lo scopo di attuare le riforme concordate a livello internazionale, a seguito della crisi finanziaria 2007-2008 per rafforzare il settore bancario e affrontare i problemi rimanenti per la stabilità finanziaria. Presentato nel mese di novembre 2016, che includono elementi concordati dal Comitato di Basilea per la vigilanza bancaria e dal Financial Stability Board (FSB). Le misure concordate puntano su tre obiettivi chiave fissati dalla tabella di marcia del Consiglio sul completamento del un'unione bancaria concordato nel giugno 2016 - rafforzamento del quadro normativo per la risoluzione nel settore bancario, in particolare il necessario livello e la qualità della subordinazione delle passività (MREL) Per garantire un processo di "bail-in" efficace e ordinato. Introducendo la possibilità per le autorità preposte alla risoluzione di sospendere i pagamenti di una banca e / o obblighi contrattuali quando è sotto risoluzione - il cosiddetto "strumento di moratoria" -, in modo da contribuire a stabilizzare la situazione della banca. - rafforzamento i requisiti patrimoniali delle banche per ridurre gli incentivi per l'assunzione di rischi eccessivi, includendo un rapporto di leva obbligatorio, vincolante e stable funding ratio e rischio regole di impostazione sensibili netti per la negoziazione in titoli e derivati. Inoltre, il pacchetto di prestazioni bancarie contiene misure volte a migliorare la capacità di prestito delle banche e la casa e la maggior ruolo per le banche nei mercati dei capitali, come ad esempio: ridurre gli oneri amministrativi per le banche più piccole e meno complesse, legate in particolare agli obblighi di segnalazione e di comunicazione; migliorare la capacità delle banche a concedere prestiti alle piccole e medie imprese e per finanziare progetti infrastrutturali; ridurre i costi di emissione / possesso di alcuni strumenti, como strumenti di garanzia cartolarizzazione o obbligazioni coperte; Il pacchetto di prestazioni bancarie contiene anche un quadro per la cooperazione e la condivisione delle informazioni tra le varie autorità coinvolte nella supervisione e risoluzione dei gruppi bancari transfrontalieri. Le misure concordate preservare l'equilibrio raggiunto dalla posizione del Consiglio tra i poteri di home e host supervisori al fine di facilitare i flussi transfrontalieri di capitale e della liquidità, garantendo al tempo stesso un livello adeguato di protezione dei depositanti, creditori e la stabilità finanziaria in tutti gli Stati membri . L'accordo introduce anche modifiche per migliorare la cooperazione tra le autorità competenti sulle questioni relative al controllo delle attività di antiriciclaggio. La condivisione del rischio e unione bancaria Questo accordo apre la strada per fare ulteriori progressi nella condivisione del rischio all'interno dell'unione bancaria dell'Unione europea. L'Euro-vertice ha dovuto rivedere i progressi realizzati nella riduzione del rischio nel settore bancario dell'UE nel dicembre 2018, e decidere sulle misure specifiche da adottare nel quadro di un'ampia riforma dell'Unione economica e monetaria. I lavori per le restanti questioni in sospeso continueranno sia a livello tecnico e politico, in vista del completamento dei negoziati sul pacchetto di prestazioni bancarie entro la fine dell'anno. Parlamento e il Consiglio saranno poi chiamati ad adottare la proposta di regolamento in prima lettura. Collegamento alla Tabella di marcia prevista dal processo per l'Unione Bancaria https://www.consilium.europa.eu//en/press/press-releases/2016/06/17/conclusions-on-banking-union/# . (04/12/2018-ITL/ITNET)